Politica - 16 luglio 2020, 13:34

Domenica 20 e lunedì 21 settembre election day per amministrative e referendum

Si vota per il sindaco e il rinnovo dei Consigli in 18 Comuni del Cuneese e, contemporaneamente, per confermare o meno il taglio di deputati e senatori già approvato dal Parlamento

Domenica 20 e lunedì 21 settembre election day per amministrative e referendum

Adesso è ufficiale: il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera all’election day unendo in un’unica data il referendum sul taglio dei parlamentari e le elezioni regionali, amministrative e anche quelle suppletive del Senato che riguardano due collegi uninominali 3 della Sardegna e 9 del Veneto. 

Si voterà domenica 20 e lunedì 21 settembre.

La data delle consultazioni – è scritto in un comunicato di Palazzo Ghigi diffuso al termine del Consiglio dei Ministri di martedì notte - è stata individuata in modo da far coincidere la data del referendum confermativo e quella delle elezioni amministrative e suppletive, in conformità a quanto disposto dall’articolo 1-bis del decreto legge 20 aprile 2020, n. 26, secondo cui per le consultazioni elettorali resta fermo il principio di concentrazione delle scadenze elettorali, in considerazione delle esigenze di contenimento della spesa e delle misure precauzionali per la tutela della salute degli elettori e dei componenti di seggio".

In queste due giornate si andrà alle urne anche per il rinnovo dei Consigli regionali di Liguria, Veneto, Toscana, Marche, Campania e Puglia.

Si torna, dunque a votare in due giornate – domenica dalle 7 alle 23 e lunedì dalle 7 alle 15 - e non in una soltanto (in deroga alla precedente legge) per evitare assembramenti nei seggi. Sono 18 i Comuni del Cuneese che devono eleggere il sindaco e rinnovare i rispettivi Consigli comunali: Aisone, Benevello, Briga Alta, Caprauna, Carrù, Castiglione Tinella, Cortemilia, Costigliole Saluzzo, Diano d’Alba, Morozzo, Narzole, Peveragno, Priero, Roaschia, Rossana, Santo Stefano Belbo, Treiso e Vicoforte.

Una settantina complessivamente Comuni del Piemonte con quattro centri oltre i 15 mila abitanti in cui è previsto il turno di ballottaggio: Moncalieri, Venaria Reale, Alpignano (in provincia di Torino) e Valenza (in provincia di Alessandria). Come si evince i tempi sono stretti, dal momento che le liste, da presentarsi un mese prima della data del voto, dovranno essere depositate a ridosso di Ferragosto.

GpT

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

SU