/ Attualità

Attualità | 22 luglio 2020, 19:32

Al Rifugio Paraloup si cercano un cuoco e un coordinatore

Call internazionale della borgata di montagna a Rittana

Al Rifugio Paraloup si cercano un cuoco e un coordinatore

La borgata di montagna Paraloup del comune di Rittana, che è stata sede, durante la Resistenza, della formazione partigiana “Italia Libera” di Duccio Galimberti, Livio Bianco e Nuto Revelli, restaurata dopo anni di spopolamento e di abbandono ad opera della Fondazione Nuto Revelli, si prepara a cominciare una nuova stagione e lancia una call internazionale per due collaboratrici/collaboratori: un coordinatore e un cuoco.

<s></s>

Oggi il Rifugio Paraloup è un punto di riferimento per il turismo di prossimità e per sport come trekking, mountain bike, sci alpinismo. Dal 1 ottobre 2020, data in cui la Fondazione Nuto Revelli, tramite la propria Impresa sociale, recupererà la gestione diretta dell’intero luogo (fino ad oggi il ramo ricettivo era dato in affitto), la Borgata Paraloup sarà anche, e soprattutto, un luogo di produzione di cultura, creatività, sostenibilità e innovazione sociale, aperto alla contaminazione di linguaggi e pubblici diversi, connesso al territorio e allo stesso tempo protagonista del dibattito nazionale ed europeo sulla partecipazione.

Dice Marco Revelli, Presidente della Fondazione Nuto Revelli e figlio dello scrittore partigiano:

“Paraloup continuerà a essere il luogo di accoglienza e di empatia che è stato in questi anni, grazie al lavoro dei ragazzi che hanno gestito finora il rifugio e all’impegno della Fondazione Nuto Revelli. Anzi, lo sarà in forma ancora più completa grazie alle nuove dotazioni che nel frattempo si sono aggiunte: un teatro unico nel suo genere, con il palco che guarda la pianura e la Bisalta, una cineteca sulla filmografia della Resistenza, un museo multimediale che sarà inaugurato il prossimo 5 settembre e che costituirà un utilissimo strumento formativo e didattico. Per questo ampliamento del campo di attività e di attrezzature Paraloup si sta trasformando da semplice “rifugio” con prevalente destinazione turistica in vero e proprio centro culturale integrato capace di rispondere a un ventaglio ampio di bisogni e di richieste da parte sia del pubblico più affezionato che l’ha frequentato in questi anni sia di nuove fasce di visitatori. E’ questa la ragione per cui la Fondazione ha deciso da quest’anno di occuparsi direttamente della gestione complessiva della borgata, in tutti i suoi aspetti. Il che non significa che chi verrà non troverà più l’atmosfera e l’accoglienza che aveva imparato ad apprezzare fino ad oggi: è proprio per questo che abbiamo deciso di lanciare una chiamata pubblica internazionale per assicurare a Paraloup il migliore personale esistente in valle e non solo, per renderla aperta a chi ama davvero questa terra e la sua storia.”

 

La call, in italiano e in inglese, per le posizioni di coordinatore e di cuoco è scaricabile dalla Home page del sito www.nutorevelli.org ed è aperta fino al 22 agosto 2020.

La call sarà presentata dalla Fondazione in una conferenza stampa nella sede della Fondazione Nuto Revelli in Corso Brunet 1 a Cuneo mercoledì 22 luglio alle ore 12 e in streaming sulla pagina Facebook @Fondazione Nuto Revelli e con un incontro pubblico nel Salone comunale di Rittana mercoledì 29 luglio alle ore 19.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium