/ Attualità

Attualità | 22 luglio 2020, 11:29

Miroglio, dopo l’incontro in Regione nuovo vertice tra sindacati e azienda

Ieri sindacati e lavoratori hanno incontrato il governatore Cirio. Il prossimo 30 luglio il Consiglio comunale aperto annunciato dal sindaco albese Bo

Un momento del confronto tenutosi ieri in Regione

Un momento del confronto tenutosi ieri in Regione

"È stato un incontro positivo, anche se ancora interlocutorio, nel quale il governatore Cirio, da albese, ci ha confermato il suo forte interessamento per una vicenda che investe in modo forte il territorio di Langhe e Roero".

Così Vito Montanaro (Uiltec Uil), Angelo Vero (Femca Cisl) e Maria Grazia Lusetti (Filctem Cgil) commentano l’esito dell’incontro che nel pomeriggio di ieri, martedì 22 luglio, ha portato il caso della Stamperia Miroglio di Govone all’attenzione della Giunta regionale.

"Come sindacato, oltre a chiedere il supporto in questa prima fase, abbiamo anche acceso un faro sul possibile effetto domino che questa scelta societaria può provocare", hanno ribadito i segretari delle tre sigle provinciali di categoria, richiedendo l’interessamento diretto della Regione sul destino dei 151 lavoratori che ancora per pochi giorni saranno in cassa integrazione Covid e per i quali i rappresentanti dei lavoratori chiedono un impegno che vada oltre la ricollocazione interna di una trentina di addetti prospettata dall’azienda nella scorsa settimana, insieme al possibile accompagnamento alla pensione della dozzina più prossimi ad averne i requisiti.

Tra i partecipanti all'incontro anche il sindaco di Alba Carlo Bo: “Ringrazio il presidente Cirio e il vicepresidente Carosso per aver organizzato l’incontro –  ha dichiarato  . E’ stato molto costruttivo. siamo confrontati sulle possibili soluzioni e sui dati, anche se non sono ancora definitivi. Prepensionamenti e ricollocazioni interne lasceranno comunque un numero importante di persone da riposizionare sul mercato del lavoro. Stiamo vagliando tutte le opzioni su questo fronte, ma prima è fondamentale che venga firmato l’accordo sindacale con la proprietà per poter attivare la cassa integrazione e gli ammortizzatori sociali. Incontrerò nuovamente i sindacati nel tavolo permanente di monitoraggio annunciato dopo la prima riunione con i rappresentanti sindacali”.

L’incontro anticipa l’assemblea dei lavoratori in programma per oggi e il nuovo confronto tra sindacati e azienda che domani, giovedì 23 luglio, seguirà quella tenuta nella scorsa settimana.

E’ stato invece programmato per il pomeriggio di giovedì 30 luglio (inizio alle ore 17) il Consiglio comunale aperto chiesto nei giorni scorsi dai gruppi di opposizione e annunciato dal sindaco Bo durante la manifestazione che il 15 luglio aveva portato gli addetti del gruppo tessile a protestare in piazza Duomo. Convocata dal presidente dell’assemblea Domenico Boeri, la seduta verrà trasmessa in diretta streaming.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium