/ Altri sport

Altri sport | 22 giugno 2019, 04:50

Cambiare il team Ferrari: vincere il Mondiale 2021

E’ veloce la corsa della Ferrari verso il 2021

Cambiare il team Ferrari: vincere il Mondiale 2021

Bisogna tornare vincere: è questa una necessità di tutti coloro che amano la Ferrari ed il Mondiale. Il 2020 è un anno perso: ormai è chiaro, servono scelte coraggiose e migliori, è necessario uscire al più presto dalla situazione di empasse in cui la scuderia si trova. Lo sanno bene tutti ed è il noto ingegner Baldisserri, ancora innamoratossimo del Cavallino, a spiegare in una interessante intervista rilasciata qualche giorno fa al Blog l’Insider quali sarebbero le sue idee e mosse per rilanciare il Team. Chi lo ascolterà? Ci tengono parecchio gli appassionati di scommesse online a capire cosa fare se non per ciò che resta di questo anno per quello che verrà. Il 2021 deve essere differente.

Ferrari verso il 2021

E’ veloce la corsa della Ferrari verso il 2021, servono novità un dato di fatto. Manca ancora poco per risolvere il nodo Vettel, pilota tedesco ormai certo di non correre più nel team rosso fuoco. La macchina va migliorata, lo sostiene Luca Cordero di Montezemolo,già presidente della scuderia di Maranello ai tempi dei mondiali firmati Schumacher. Nuove modifiche tecniche sono necessarie? Anche l’ingegnere Baldisserri non nasconde le palesi necessità di migliorare l’aerodinamica.

Per affrontare un Mondiale in modo vincente è necessario fare delle scelta importanti, scelte coraggiose in grado di portare cambiamenti relativamente importanti ad iniziare da Binotti che ad oggi continua ad avere troppe responsabilità su di sé. Servono dei cambiamenti che indubbiamente potranno dare nuovo senso alla vita del Cavallino Rosso, non solo nuovi piloti ma anche uno staff tecnico in grado di affrontare sfide sempre più impegnative ed imponenti.

Un team a rischio

E’ un periodo durissimo per la Ferrari ed il suo team, lo san tutti persino appassionati ed affezionati come l’ingegner Baldisserri certo qualcosa deve pur cambiare. Secondo gli esperti nella SF1000 ci sono diversi problemi tecnici e qualcuno deve esserne il responsabile. La macchina deve essere ancora provata ma di certo manca l’uomo geniale che aveva contraddistinto altri Mondiali firmati Ferrari. Manca un ingegnere come Baldisserri.

Se la SF1000 non è quello che serve per essere ruggenti e rampanti come ai vecchi tempi bisognerà ancora testarlo su qualche altra pista ma è certo che il Presidente della Ferrari, John Elkann non sembra essere molto paziente. Urge che la Ferrari si rimetta in pista nel minor tempo possibile e urge cambiare qualcosa. Per la prossima stagione serve una vettura migliore ad esempio un telaio bloccato, un’evoluzione di motore consentita diverse migliorie sull’aerodinamica e sulle sospensioni. Molti sono pronti a dire che il prezzo dei presunti errori tecnici saranno pagati da Binotto.

Binotti, sempre molto attento a ciò che accade in Scuderia e non solo, in queste ore ha dichiarato "Ci troviamo in una situazione peggiore di quelle che erano le nostre aspettative e bisogna reagire, senza alcun indugio.” Bisogna invertire la tendenza, ne è certo persino il team principal di Ferrari. La squadra è forte come sempre ma ha bisogno di nuove motivazioni oltre che di nuove consapevolezze. Certo il progetto della vettura può essere poco efficace ma non mancano le possibilità per rivedere completamente o in parte ciò che manca per far diventare la SF1000 una delle migliori su pista accontentando investitori e tifoseria.


Richy Garino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium