/ Eventi

Eventi | 24 luglio 2020, 09:09

Il grande jazz di Dado Moroni nel castello del fortepiano a Saliceto

Il pianista genovese protagonista del concerto a ingresso libero questa sera, venerdì 24 luglio, nel parco del maniero dei Del Carretto

Dado Moroni (Foto Yaman Konuralp)

Dado Moroni (Foto Yaman Konuralp)

Piano solo & talks è il titolo del grande concerto a ingresso libero in programma questa sera, venerdì 24 luglio, alle ore 21, nel parco del castello di Saliceto.

A promuovere l’evento, davvero straordinario per l’altissimo livello del pianista protagonista, sono il Comune di Saliceto e l'associazione Note e natura, che cura la programmazione estiva di campus e masterclass musicali nel castello.

Il musicista di origine genovese promette di incantare, ancora una volta, grazie alla sua spontaneità, una delle caratteristiche che, insieme alla eccezionale maestria esecutiva e all’estro interpretativo, ne hanno fatto uno dei pianisti jazz più apprezzati nelle sale da concerto di tutto il mondo.

Un incontro con Dado Moroni ha il sapore di un viaggio giocoso e vivace lungo ben nove decadi di repertorio jazz, attraverso il racconto in musica di aneddoti ascoltati direttamente dalla voce di musicisti quali Benny Waters (ex sassofonista della Band di Jelly Roll Morton), Dizzy Gillespie, Henry Edison e Buddy Tate (dell'Orchestra di Count Basie), Clark Terry e Jimmy Woode (membri della band di Duke Ellington), fino ad arrivare ai contemporanei Joe Henderson, Bob Mintzer, Wynton Marsalis, Alvin Queen, Joe Locke, Ira Coleman… o, in campo extra jazzistico, Lucio Dalla, Tiziano Ferro ed Eros Ramazzotti.
.
Nel concerto Piano Solo & Talks, Dado Moroni racconta infatti la sua personale visione della musica jazz. I suoi brani preferiti, composizioni originali e arrangiamenti unici saranno il punto di partenza del viaggio nel mondo della storia del jazz, esplorando i diversi linguaggi, che si sono succeduti nel tempo.

Il pianista, che, tra il 24 e il 26 giugno, sarà docente al castello di Saliceto di una masterclass di pianoforte jazz e improvvisazione, andata subito sold out, dichiara: “Per me la musica è come una bottiglia di grande vino: deve essere condivisa! L’arte e la cultura sono l’unico vero collante della società in quanto riescon​o​ a creare una base di pace e condivisione vera, pura e senza preconcetti ​”.

Non nasconde la soddisfazione il maestro Gian Maria Bonino, presidente dell’associazione Note e natura e promotore dei corsi di perfezionamento musicale che stanno coinvolgendo una ventina di studenti provenienti da tutto il Piemonte e che, nell’estate, vedranno alternarsi giovani, promettenti musicisti e grandi professionisti nei ruoli di allievi e docenti con Masterclasses di alto livello: “Siamo molto soddisfatti di questi Campus che, grazie alla collaborazione preziosa tra il Comune di Saliceto, l’ associazione ed il Liceo musicale Da Vinci di Alba, stanno affermandosi come importanti e apprezzati percorsi formativi  per i giovani studenti che intendono dedicarsi con professionalità allo studio delle discipline musicali".

Il sindaco di Saliceto, Luciano Grignolo, commenta: “Siamo molto felici di ospitare iniziative culturali di così alta qualità e di poterle offrire ai nostri concittadini e a tutti gli abitanti e i turisti della Valle. Questo è solo uno degli appuntamenti culturali previsti nell’estate. Stiamo preparando altre sorprese… in attesa di poter inaugurare, in autunno,il prezioso fortepiano Johann Schanz del 1821 del quale si sta ultimando il restauro, che presto tornerà a occupare un posto d’onore nelle sale del castello”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium