/ Attualità

Attualità | 24 luglio 2020, 17:32

L'amministrazione albese ha incontrato le associazioni di categoria agricole

Cia, Coldiretti e Confagricoltura al tavolo con l'assessore al Bilancio Bruno Ferrero, l'assessore al Turismo, manifestazione ed eventi Emanuele Bolla e il consigliere con delega all’Agricoltura Mario Sandri per confrontarsi sull’erogazione del contributo comunale destinato al settore e su nuove proposte di rilancio

L'amministrazione albese ha incontrato le associazioni di categoria agricole

L' Amministrazione comunale, rappresentata dall'assessore al Bilancio Bruno Ferrero, dall'assessore al Turismo, manifestazione ed eventi Emanuele Bolla e dal consigliere con delega all’Agricoltura Mario Sandri, ha incontrato le organizzazioni sindacali agricole: Cia con Daniela Destefanis, Coldiretti con Gualtiero Menardi e Confagricoltura con Alessandro Bottallo.

Al centro dell’incontro il difficile momento che anche il settore agroalimentare sta attraversando a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus, una crisi che si percepisce ancora di più in un territorio a vocazione agricola e dove esiste un legame sinergico tra questo settore e quello turistico. Primo tema ad essere affrontato, le modalità di distribuzione del contributo comunale da 60 mila euro da destinare al comparto agricolo albese.   

L’assessore al Bilancio, Bruno Ferrero: “Ci siamo confrontati esaminando le varie possibilità di erogazione del contributo – spiega -. Abbiamo parlato anche di alcune proposte per rilanciare e internazionalizzare le nostre aziende agricole, come la creazione di reti di imprese, oggi uno strumento utile per partecipare ai bandi europei partendo da un buon punteggio, o la realizzazione di nuovi sentieri a tema agricolo, legati ai prodotti della terra, da percorrere a piedi o in  bici”.

“Il settore agricolo ha sempre rappresentato un orgoglio per la città ed è sempre stato motore di sviluppo e di turismo. La conduzione dei vigneti ci ha consentito di essere riconosciti a livello mondiale con l’iscrizione nella lista dei patrimoni Unesco ed è proprio l’agricoltura che ci regala le materie prime che caratterizzano la creatività della nostra gastronomia. Lavoreremo per valorizzare ancora di più queste specificità in collaborazione con le associazioni di categoria” dichiara Emanuele Bolla, assessore al Turismo, manifestazioni ed eventi.

“Dobbiamo fare sistema – conclude il consigliere con delega all’Agricoltura Mario Sandri - ed essere una squadra con radici ben salde, ma sempre pronta ad ascoltare nuove idee e percorrere nuove strade. La nostra terra è uno degli aspetti principali della nostra identità ed è motivo di grande orgoglio”.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium