/ Attualità

Attualità | 24 luglio 2020, 15:03

Fiera del Marrone, anche i Radicali contro il no della Giunta: "Non ha senso fermare un evento positivo per le casse dei negozianti"

La posizione espressa sulla pagina Facebook del gruppo dal segretario Filippo Blengino è vicina a quella del consigliere Lauria, che lunedì 27 e martedì 28 presenterà un'interpellanza sull'argomento in consiglio comunale

Foto generica

Foto generica

"Il no di Federico Borgna alla Fiera Nazionale del Marrone ha davvero senso? Serve fermare un evento che potenzialmente può incrementare le entrate nelle casse nei commercianti e negozianti di Cuneo? Noi crediamo di no".

Il gruppo provinciale dei Radicali - per tramite del proprio segretario Filippo Blengino, che ha scritto un post dedicato sulla pagina Facebook ufficiale del movimento - si schiera contro la decisione della Giunta di Cuneo di rimandare all'anno prossimo la Fiera Nazionale del Marrone. Scelta, tra l'altro, curiosamente comunicata in modo ufficiale quasi in concomitanza con quella - contraria - riguardante la Fiera del Tartufo: "Come ad Alba, la quale ha confermato la Fiera  del Tartufo, anche il Comune di Cuneo con le precauzioni del caso, come mascherine e gel igienizzante per mani, poteva dare l'okay ad un evento assai utile per l'economia cittadina" si legge ancora nel post di Blengino.

Una posizione, quella assunta dai Radicali, che si configura come (altrettanto curiosamente) vicina a quella espressa dal consigliere comunale "Beppe" Lauria in una sua interpellanza presentata sull'argomento, e che verrà discussa nel consiglio comunale in programma per lunedì 27 e martedì 28 luglio.

Su un argomento così importante come la principale fiera dell'autunno del capoluogo, insomma, anche anime diverse possono finire per ritrovarsi d'accordo.

simone giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium