/ Curiosità

Curiosità | 28 luglio 2020, 07:30

Riaperto il "percorso verde" che unisce Saluzzo al municipio di Castellar: 16 chilometri immersi nei boschi

Grazie al lavoro dei volontari AIB Valle Bronda, che hanno ripristinato e ripulito il collegamento collinare

Riaperto il "percorso verde" che unisce Saluzzo al municipio di Castellar: 16 chilometri immersi nei boschi

Un nuovo “percorso verde”, un sentiero per passeggiate e mtb immerso nei boschi della collina. Sabato (25 luglio) i volontari del gruppo Aib Valle Bronda hanno ripristinato e ripulito il collegamento collinare che unisce Saluzzo al municipio di Castellar, passando da pilone Botta e da borgata Santa Lucia. Saluzzo e il piccolo borgo all’imbocco della valle Bronda dispongono così di un percorso ad anello che è lungo, in tutto tra andata e ritorno, circa 16 km.

La partenza da Saluzzo è prevista da piazza Castello. Si sale sulla collina da via San Lorenzo fino a raggiungere pilone Botta e si prosegue nel bosco fino all’altezza della località “Isola” di Manta dove c’è il bivio verso destra per scendere a Castellar, che si raggiunge passando, appunto, da borgata Santa Lucia (il nucleo di case che si vede sulla collina dalla rotonda di ingresso sulla provinciale).

Per completare il giro, da Castellar si imbocca la pista ciclabile lungo il Bronda per ritornare verso San Lazzaro e risalire nel borgo medievale saluzzese, fino a piazza Castello. Per l’intero tour si impiegano circa 3 ore e 30 min. Il dislivello è di circa 350 mt. Il nuovo sentiero collinare sarà inaugurato dagli atleti impegnati nell’edizione zero dell’ultratrail "100 miglia del Monviso" che si terrà tra venerdì e sabato (31 luglio 1 agosto) tra Saluzzo e il "Re di Pietra»", con partenza in città e con la percorrenza del tratto fino a Castellar proprio sul tracciato appena ripristinato.

"Avevamo iniziato a progettare - dice il prosindaco di Castellar Eros Demarchi - un sentiero che ci collegasse a Saluzzo attraverso la collina fin dall’inizio, oltre 2 anni fa, dei colloqui sulla fusione tra i due Comuni, poi avvenuta con successo. Credevamo che potesse essere una buona opportunità ripristinare un antico percorso, non più utilizzato da decenni, per permettere escursioni a piedi e in bici. Ora, grazie ai volontari dell’ìAib Valle Bronda il sentiero è stato pulito da rovi e alberi caduti ed è stato segnato con vernice su pietre ed asfalto. Nei mesi a venire ci piacerebbe sistemare anche dei cartelli con le indicazioni. Riceverà nei prossimi giorni un “battesimo” d’eccezione con gli atleti dell’ultratrail del Monviso che lo useranno per raggiungere la valle Bronda e proseguire verso la valle Po".

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium