/ Attualità

Attualità | 28 luglio 2020, 07:01

Cuneo commemorerà il Porajmos e la figura del partigiano sinto Amilcare Debar

Approvato all'unanimità l'ordine del giorno proposto da Ugo Sturlese: dopo dieci anni dalla morte, gli si potrà realizzare una targa o intitolare una via

Cuneo commemorerà il Porajmos e la figura del partigiano sinto Amilcare Debar

È ufficiale: la città di Cuneo commemorerà non solo il Porajmos – ovvero lo sterminio nazista di rom, sinti e camminanti – ma celebrerà anche la figura del partigiano Amilcare Debar con l’intitolazione di una via o il posizionamento di una targa.

La decisione è stata presa nella serata di ieri (lunedì 27 luglio) all’interno del consiglio comunale, con la trattazione di un ordine del giorno dedicato presentato da Ugo Sturlese: “Il Porajmos ha portato all’eliminazione di un numero di persone di etnia rom, sinti o camminanti compreso tra 500mila e 1 milione e mezzo, si parla di una profonda ferita. La figura di Debar, cuneese di etnia sinti conosciuto con il nome di battaglia di “Corsaro” che ho incontrato personalmente e che è stato rappresentante alle Nazioni Unite dell’entia sinti, è da commemorare in modo particolare: sono passati dieci anni dalla data di morte, e si può procedere con l’eventuale intitolazione”.

A sostegno della richiesta di Sturlese si è espresso Simone Priola, a nome di tutta la maggioranza: “Ci troviamo d’accordo rispetto all’importanza della figura storica di Amilcare Debar e alla necessità di riflettere nelle opportune sedi di un omaggio concreto. È compito nostro riconoscere e valorizzare le scelte dei nostri concittadini a prescindere da quale sia la loro origine etnica”.

L’ordine del giorno ha incontrato la totale unanimità del consiglio. 

simone giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium