/ Cronaca

Cronaca | 28 luglio 2020, 13:01

Trinità, coltivava marijuana in una "serra indoor": 45enne arrestato dalla Polizia

Si tratta di uno dei due casi a cui hanno lavorato gli agenti della squadra Mobile di Cuneo negli ultimi giorni; l'altro ha visto la denuncia a piede libero di un 29enne saluzzese

Trinità, coltivava marijuana in una "serra indoor": 45enne arrestato dalla Polizia

Sono due gli interventi effettuati dalla squadra Mobile della questura di Cuneo negli ultimi giorni, relativamente al contrasto alla produzione e allo spaccio di sostanza stupefacente: entrambi gli scenari - che hanno avuto luogo rispettivamente nei comuni di Trinità e Revello - hanno visto al centro il sequestro di alcune piantagioni di cannabis, e hanno portato a un arresto e a una denuncia a piede libero.

L'intervento effettuato a Trinità lo scorso martedì (21 luglio) ha visto al centro la perquisizione di una casa isolata e il sequestro di 14 piante di cannabis alte poco meno di due metri e un etto di sostanza pronta per lo spaccio a M.R., lavoratore edile italiano incensurato classe 1975. Nell'abitazione dell'uomo è stata rinvenuta una vera e propria serra indoor: dalle piante avrebbe ricavato diversi altri etti di sostanza stupefacente che - secondo alcuni clienti sentiti dalla Mobile, e che hanno confermato di aver comprato sostanza dall'uomo - avrebbe poi venduto a circa 10 euro al grammo.

L'arresto di M.R. è stato convalidato e gli è stata assegnata la procedura di obbligo di dimora.

L'intervento di Revello, invece, ha preso le mosse da una segnalazione anonima sull'app della Polizia "YouPol" - nata in tempi recenti per permettere la denuncia di reati come il bullismo e, appunto, lo spaccio e poi estesa nel periodo di lockdown anche alla violenza domestica - , e ha portato denuncia a piede libero di un giovane italiano classe 1991 che sul balcone esterno della propria abitazione aveva 12 piante di cannabis.

"Il fatto che una nostra attività sia nata dalla segnalazione di un cittadino ci soddisfa - ha sottolineato il dirigente della Mobile Pietro Nen - , da YouPol arrivano al mese due o tre segnalazioni, che portano a ulteriori accertamenti. E' interessante rilevare com gli autori di questo tipo di reato non comprendano la gravità sociale e giuridica della coltivazione della marijuana".

simone giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium