/ Economia

Economia | 29 luglio 2020, 07:18

In vacanza in Italia nell’estate post Covid-19

L’estate sta già impazzando da varie settimane e le vigenti regole, per quanto riguarda il distanziamento sociale, consentono agli italiani di spostarsi come desiderano

In vacanza in Italia nell’estate post Covid-19

L’estate sta già impazzando da varie settimane e le vigenti regole, per quanto riguarda il distanziamento sociale, consentono agli italiani di spostarsi come desiderano. In effetti i confini europei sono quasi totalmente aperti, ma molti italiani stanno scegliendo le vacanze nel Bel Paese. Del resto le località, le città d’arte, le spiagge e le montagne che possono attirare il turista in Italia sono tantissime. Le opportunità per andare in vacanza in una località splendida, pittoresca, senza bisogno di uscire dai confini italiani sono molteplici. Perché allora non fermarsi a Bologna, una grande città con tante cose da vedere.

Dove soggiornare a Bologna

Prima di tutto la sicurezza
Il centro storico

La prima questione da valutare quando si organizza un fine settimana a Bologna riguarda dove soggiornare. Di hotel al centro di Bologna se ne trovano in abbondanza, meglio però considerare prima le personali esigenze di ognuno. È fondamentale anche valutare la presenza di tutte le norme igieniche, tanto importanti al giorno d’oggi. Fortunatamente sono svariate le realtà ricettive che seguono alla lettera le norme vigenti, o che addirittura hanno completamente igienizzato i propri locali, prima di riaprirli al pubblico. Una stanza pulita, che viene periodicamente igienizzata in modo approfondito, è oggi uno dei principali criteri di scelta per un albergo, anche a Bologna. L’altro elemento da valutare è la vicinanza al centro. Nonostante non si tratti di un centro storico enorme, possiamo di certo confermare che trovarsi a pochi passi dalle principali attrazioni rende la vacanza ancora più piacevole.

Cosa vedere a Bologna

Una grande città tutta da visitare
La prima università del mondo

Le cose da vedere a Bologna sono tantissime, a partire da Piazza Maggiore, la sua piazza principale, il cuore pulsante dell’intera città. I portici, la Basilica di San Petronio, il Palazzo del Podestà, il Palazzo Comunale, sono tutti edifici che si affacciano su questa bellissima e grande piazza. Per altro ospita anche locali e piccoli ristoranti, perfetti per una pausa, in totale sicurezza. Le torri di Bologna sono un altro elemento distintivo, in particolare le due più grandi e note: la Garisenda e la Torre degli asinelli. Chi lo desidera può anche salire gli innumerevoli scalini che portano alla sommità delle due torri, ovviamente con ingressi contingentati. Anche i locali dell’antica università sono visitabili, in particolare l’archiginnasio, un edificio a chiosco, voluto da Carlo Borromeo.

Come visitare Bologna

Le norme di sicurezza
Mangiare a Bologna

Da ricordare quando si visita Bologna è il fatto che si trova nel cuore di una delle zone gastronomiche più importanti d’Italia. Qui la cucina è un vanto, per certi versi quasi una religione. I menù della città sono ricchi soprattutto di piatti di carne e di portate a base di pasta fresca fatta in casa. Come le rinomate tagliatelle al ragù, le lasagne, le rosette con parmigiano e prosciutto. Se amate i primi piatti, chiedere un classico tris: un piatto con tre diversi tipi di pasta, dalle tagliatelle ai tortelloni. Da ricordare anche che è sempre consigliabile spostarsi con la mascherina a portata di mano, da indossare quando la distanza di almeno 1 metro dagli altri è impossibile da mantenere.



MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium