/ Eventi

Eventi | 29 luglio 2020, 11:45

Occit'amo Festival: Andrea Scanzi ha portato a Saluzzo il Gaber "meno consciuto ma più geniale" (FOTOGALLERY)

Lo spettacolo teatrale si è tenuto all'ex Caserma Musso

Foto di Chiara Bruno

Foto di Chiara Bruno

Lunedì 27 luglio è andato in scena lo spettacolo di Andrea Scanzi su Giorgio Gaber teatrale. Quel Gaber che ha il coraggio di uscire dalla tv e che entra con Sandro Luporini nella storia.

Tutto nasce da un’idea di Andrea Scanzi, gaberiano doc; giornalista e scrittore aretino che si è laureato ad Arezzo nel 2000 su Gaber, De André e i cantautori di quella generazione. Scanzi conosceva Gaber, che di lui amava dire: “Ma perché questo ventenne sa tutto di me?”. Se non fosse stato malato, Gaber sarebbe stato correlatore nella sua tesi di laurea. “Ho visto per la prima volta Giorgio Gaber nel ’91 a Fiesole ed è da allora che gli voglio bene; sono terrorizzato dall’idea che la sua memoria si perda. Il nome Gaber lo conoscono tutti, ma se vai a scavare ti accorgi che Giorgio Gaber è conosciuto solo in modo superficiale. Il Gaber più forte, quello più geniale, è spesso quello che meno si conosce.  

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium