/ Attualità

Attualità | 31 luglio 2020, 19:32

Cuneo chiederà allo stato più fondi per la polizia locale: "Non saranno dei moralizzatori senza formazione ad aiutare con le norme anti-Covid"

Riceviamo e pubblichiamo

Cuneo chiederà allo stato più fondi per la polizia locale: "Non saranno dei moralizzatori senza formazione ad aiutare con le norme anti-Covid"

Gentile Direttore,

fino a soltanto tre mesi fa era proibito anche solo fare duecento metri da casa, salvo necessità di lavoro o urgenze comprovate. Oggi quello che accadeva allora sembra essere solo un ricordo, nonostante il virus, purtroppo, circoli ancora, e si vedono per le nostre strade ancora troppi comportamenti che non sono di esempio di quanto si debba fare per contrastarne gli effetti.


Pur essendo comprensibile la voglia dei cittadini di “normalità”, rimane necessario vigilare sui comportamenti da tenersi in certe occasioni e non saranno certo dei novelli “moralizzatori” con la pettorina da assistente civico senza formazione alcuna ad avere la podestà per farlo, mentre, al contrario, con un maggiore numero di agenti della municipale si potrebbe avere un miglior presidio per tali controlli.


I comuni da soli non possono fare molto, spesso riescono a fatica a reperire soldi per turni extra (anche a Cuneo si è ancora sotto organico) e per questo lo Stato ha il dovere di aiutarli, dando loro risorse aggiuntive per la polizia locale e consentendo così di poter avere una maggiore sicurezza nella nostra città. Riconosciamo a questa amministrazione che, quantomeno nelle intenzioni, ha compreso la necessità espressa dalla mozione presentata, e votata da tutti i presenti, nello scorso consiglio comunale in cui si sottolinea la necessità di maggiori risorse per la nostra polizia municipale.


A questo punto, tocca al governo nazionale dare le risorse che i comuni meritano e sarà bene che questo avvenga presto, magari già nel cosiddetto "decreto Agosto", poiché la sicurezza delle persone è bene primario quanto il diritto alla salute e non ci si può permettere per queste due necessità di aspettare i fondi derivanti dal programma speciale Next Generation EU che arriveranno, forse, solo tra un anno.


Grazie,

la consigliera comunale di Cuneo Laura Menardi

Al Direttore

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium