/ Attualità

Attualità | 05 agosto 2020, 18:05

Circonvallazione di Demonte, Arata scrive a Conte: "Si sblocchino i fondi per il progetto ANAS"

"Dopo 30 anni di discussioni, valutazioni, progetti diversi, occorre a parere mio decidere. Non vorrei che, quando la circonvallazione sarà finalmente eseguita, il paese si trovi in una situazione di irreversibile declino"

Foto generica

Foto generica

C'è l'ultimo progetto di realizzazione della tanto discussa circonvallazione di Demonte - progetto lanciato da ANAS e già finanziato, con 50 milioni di euro in fondi ancora da sbloccare - nella lettera che il sindaco Francesco Arata ha scritto al presidente del consiglio Giuseppe Conte (poi postata sula pagina Facebook della lista "Progetto Demonte").

"Demonte è un paese medioevale con la via centrale porticata e con palazzi di gran pregio. Il fatto però che su tale via passi la strada statale internazionale e che altresì, da circa 20 anni, nel paese posto poco più a monte di Demonte, a Vinadio, vi sia lo stabilimento dove imbottigliano la famosa acqua Sant’Anna (uno dei primi produttori di acque minerali in Italia), rende la situazione assolutamente insostenibile, divenendo luogo di transito di circa 800 camion al giorno" si legge nella lettera di Arata, che punta l'attenzione ovviamente sui problemi legati alla viabilità del centro abitato.

Il progetto di ANAS è stato presentato lo scorso dicembre a Roma, in un incontro tenutosi agli uffici della presidenza del consiglio che ha visto coinvolti tutti gli organi interessati; "A fronte di una corale, quasi unanime, adesione all’ultimo progetto ANAS, i soli interventi contrari sono riconducibili ai rappresentanti del Ministero dei Beni culturali (posizione, quest’ultima, per la verità successivamente ribadita)" aggiunge Arata.

Il sindaco chiede quindi a Conte di dirimere la questione insorta tra il Ministero dell'Ambiente e il Ministero dei Beni Culturali: "Dopo 30 anni di discussioni, valutazioni, progetti diversi, occorre a parere mio decidere; e Lei, a questo punto, solo Lei, è in grado di farlo. Non vorrei invece, come è già successo in tante altre realtà di montagna, che, quando la circonvallazione sarà finalmente eseguita, il paese di Demonte si trovi in una situazione di irreversibile declino".

simone giraudi

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium