/ Ad occhi aperti

Ad occhi aperti | 08 agosto 2020, 13:05

Trent'anni di limbo per l'omicidio di via Carlo Poma - Twin Peaks

Laura Palmer non è sola, in quella pellicola di plastica che assomiglia più alla crisalide di una farfalla che al sudario di un morto, sono tante le persone – vere, sempre che questa parola abbia davvero un significato, nel nostro mondo come in quello di “Twin Peaks” - lì con lei

Trent'anni di limbo per l'omicidio di via Carlo Poma - Twin Peaks

“Twin Peaks” (“I segreti di Twin Peaks”) è una serie televisiva statunitense in tre stagioni ideata da David Lynch e Mark Frost e trasmessa tra il 1990 e il 1991, e nel 2017.

La serie, ambientata nell’omonima e apparentemente pacifica cittadina americana, prende le mosse dall’omicidio brutale e inspiegabile della bellissima adolescente Laura Palmer; Dale Cooper, l’agente speciale messo al lavoro sul caso, si ritroverà non solo invischiato nei segreti torbidi degli abitanti… ma anche e soprattutto in luoghi e situazioni soprannaturali e incomprensibili. Chi sono Bob e Judy? Che cos’è la Loggia Nera?

Alzi la mano chi si ricorda del delitto di via Carlo Poma, una delle pagine più tristi ed efferate della storia criminale del nostro paese.

Immaginandomi le vostre braccia ben puntate in alto, non penso ce ne siano tante appartenenti a miei coetanei quindi credo un piccolo riassunto sia d’obbligo: il delitto di via Carlo Poma è un omicidio avvenuto il 7 agosto del 1990 a Roma, al terzo piano di un condominio al civico 2. La vittima, Simonetta Cesaroni, è stata uccisa con 29 coltellate dopo essere stata costretta a terra dal proprio aggressore che – nonostante i 30 anni passati dal giorno dell’omicidio – ancora non è stato identificato: tutti i vari sospettati sono stati scagionati, nel corso degli anni.

Come dicevo, una pagina triste. Uno dei (sorprendentemente) diversi delitti insoluti che costellano la storia criminale d’Italia, così come di molti altri paesi.

Oltre alla curiosa coincidenza di annata, delitti come quello della Cesaroni mi ricordano sempre il soggetto – la materia complessiva, alla lunga, ci si discosta parecchio (e chi ha visto l’intera serie lo sa bene) – di “Twin Peaks”. L’omicidio irrisolto e apparentemente senza una conclusione logica di una giovane donna, in un contesto che con la morte e la violenza apparentemente non ha proprio nulla a che fare.

Certo, il corpo della Cesaroni è stato trovato in una condizione molto diversa da quella – inutile dirlo, estremamente evocativa – in cui versavano i resti di Laura Palmer, purtroppo per lei. Ma è curioso come, negli anni ‘90, realtà concreta e finzione narrativa/televisiva potessero arrivare a toccarsi in modo così profondo, ad assomigliarsi in modo così (a)simmetrico… un tema che, certo, a Lynch è più che caro.

In “Twin Peaks”, come dicevo, alla lunga l’omicidio di Laura Palmer si svela essere un puro pretesto per raccontare altro. Le reali intenzioni concettuali di Lynch e Frost rimangono di fatto inspiegate - ovviamente – ma è chiaro come l’omicidio sia una sorta di Big Bang, di esplosione primigenia che non solo crea dinamiche tutte nuove in una cittadina comune ma ne svela le contraddizioni e i pericoli, le ombre in agguato; a tutto questo si aggiunge l’illustrazione di una mitologia soprannaturale inquietante e allo stesso tempo affascinante, fatta di nani ballerini e sipari rossi e uomini senza un braccio che parlano al contrario.

Ma la realtà può arrivare a essere – forse anche per una serie inconcepibile di circostanze casuali – labirintica e incomprensibile almeno allo stesso modo. Laura Palmer non è sola, in quella pellicola di plastica che assomiglia più alla crisalide di una farfalla che al sudario di un morto, sono tante le persone – vere, sempre che questa parola abbia davvero un significato, nel nostro mondo come in quello di “Twin Peaks” - lì con lei.

Perché anche nella nostra storia, in quella che noi chiamiamo realtà e che forse non avrebbe proprio nessun nome se noi non esistessimo, molto spesso “the owls are not what they seems”.

simone giraudi

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium