/ Politica

Politica | 04 settembre 2020, 13:06

Referendum, Portera (M5S): "Tra coloro che oggi sostengono il NO anche parlamentari che in aula avevano votato a favore della riforma, le ragioni del NO dunque non sono poi così granitiche"

Riceviamo e pubblichiamo

Referendum, Portera (M5S): "Tra coloro che oggi sostengono il NO anche parlamentari che in aula avevano votato a favore della riforma, le ragioni del NO dunque non sono poi così granitiche"

Gentile Direttore,

Vorrei esprimere alcune considerazioni in merito a quanto hanno affermato rappresentanti politici del nostro territorio in merito al referendum costituzionale del 20 e 21 settembre ed in particolare con riferimento alle dichiarazioni del Senatore Perosino in una recente intervista.

Egli in particolare lamenta il fatto che i cuneesi perderanno rappresentatività in Parlamento a seguito della eventuale vittoria dei SI a fronte di un risparmio irrilevante.

Ritengo opportuno in proposito rimarcare che vi sarà una riduzione proporzionale dei seggi in tutta Italia (e non solo in provincia di Cuneo) sicché sarà ben maggiore il "peso" dei singoli parlamentari eletti, essendo in numero inferiore, e quindi saranno anche maggiormente visibili e controllabili dai cittadini.

Peraltro la rappresentatività "effettiva" dei parlamentari eletti in un certo territorio dipende solo in minima parte dal numero dei seggi scritti in Costituzione e dipende invece quasi esclusivamente dalla legge elettorale vigente.

Al riguardo, tutte le leggi elettorali approvate e applicate dal 2005 in poi hanno fortemente penalizzato la rappresentatività effettiva del territorio nelle votazioni parlamentari. A che serve avere 6 o 8 o 10 eletti in provincia (sempre con proporzionalità con il resto d'Italia) se poi gli stessi anziché essere frutto di una libera scelta specifica degli elettori del territorio sono invece espressione dell'orientamento delle segreterie dei partiti? Non è un caso che nella attuale legislatura i cittadini cuneesi che nel 2018 hanno votato proprio per il partito del Senatore Perosino (Forza Italia) siano rappresentati alla Camera dall'on. Osvaldo Napoli, torinese, catapultato nelle liste bloccate della nostra circoscrizione da una volontà non certo "cuneese". Lo stesso può dirsi per la Senatrice Roberta Pinotti, di Genova, eletta però nella nostra circoscrizione per scelta della segreteria all'epoca "renziana" del PD, scelta favorita dal "rosatellum" tutt'ora in vigore.

Ebbene, quale rappresentatività viene data al nostro territorio da queste candidature (e conseguenti elezioni), imposte dall'alto, di persone che - una volta elette - non è affatto facile rivedere dalle nostre parti?

Di certo la riduzione del numero dei parlamentari, da un lato responsabilizzerà di più gli eletti nei rapporti col proprio territorio, dall'altro responsabilizzerà di più le stesse segreterie politiche nelle loro scelte, senza mai dimenticare comunque che a norma di Costituzione il parlamentare rappresenta l'intera nazione più che il proprio territorio di riferimento.

Numerosi sono i motivi che inducono a votare SI al referendum del 20 e 21 settembre e vanno ben al di là del risparmio sui costi, considerando anche la notevole maggior facilità di comunicazione tra eletti ed elettori rispetto agli strumenti esistenti all'epoca dei lavori dell'Assemblea Costituente. Non va sottovalutata poi la maggior facilità operativa (e quindi maggior efficienza) di un Parlamento più piccolo, anche con riferimento all'attività delle Commissioni, oggi molto affollate (soprattutto alla Camera) con la naturale tendenza a delegare l'elaborazione dei testi a sottocommissioni, ove le interlocuzioni e le elaborazioni dei testi sono più agili e  incisive. 

D'altra parte, il fatto che tra coloro che oggi sostengono il NO vi siano anche diversi parlamentari (come il Senatore Perosino) che in aula qualche mese fa avevano votato a favore della riforma dimostra che almeno per alcuni le certezze sulle ragioni del NO non sono poi così granitiche.

Antonello Portera, Consigliere comunale di Savigliano Movimento 5 Stelle 

lettera firmata

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium