/ Politica

Politica | 07 settembre 2020, 16:15

“Nel centro storico di Saluzzo risse, danneggiamenti e disordine pubblico”: le opposizioni chiedono telecamere di sorveglianza

Nel Consiglio comunale del 9 settembre si parlerà anche di movida. Le minoranze (escluso Carlo Savio) interrogano il sindaco Mauro Calderoni: “Più volte chiesto l’intervento di Vigili urbani e Carabinieri. I residenti intervengono per chiedere rispetto della quiete, con il rischio di essere coinvolti in situazioni incresciose e pericolose per la loro stessa incolumità”

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Si parlerà anche di movida nel Consiglio comunale di Saluzzo del prossimo 9 settembre.

Le minoranze, con i consiglieri Fulvio Bachiorrini, Alessandra Piano, Paolo Demarchi, Paolo Scaletta e Domenico Andreis (il documento non è stato sottoscritto da Carlo Savio) hanno presentato a Palazzo un’interpellanza sulla situazione legata al disturbo della quiete pubblica nel centro storico.

“Ultimamente – scrivono – si sono manifestati atti di vandalismo unitamente a focolai di risse nelle strade del centro storico della città. Le zone particolarmente interessate da tali fenomeni sono quelle del basso centro storico, dove sono concentrate le attività di ristorazione e di somministrazione bevande.

Gli stessi esercenti, in alcuni casi, hanno subito danneggiamenti agli elementi di arredo dei dehors, mentre gli abitanti di queste zone hanno in più occasioni richiesto l’intervento dei Vigili urbani e dei Carabinieri per l’insorgere di fenomeni di disordine pubblico”.

Secondo l’opposizione, “nonostante i pattugliamenti delle Forze dell’ordine, tali fenomeni si sono manifestati ripetutamente”.

Si apprende dal documento della minoranza che, “in alcuni casi”, gli stessi abitanti sarebbero “intervenuti per richiedere il rispetto della quiete pubblica, con il rischio di essere coinvolti in situazioni incresciose e pericolose per la loro stessa incolumità”.

“Chiediamo al sindaco Calderoni se non ritiene necessario prendere provvedimenti in merito, ricorrendo eventualmente all’installazione di elementi fissi di vigilanza e di controllo, anche al fine di rendere la nostra città, ma soprattutto il centro storico, sempre più sicura ed accogliente”.

Nicolò Bertola

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium