/ Attualità

Attualità | 10 settembre 2020, 16:45

Alba, il mercato torna in via Maestra. Sabato il rientro dei banchi dopo sei mesi di assenza

Bancarelle ridotte in larghezza e sensi di marcia pedonali obbligatori le misure adottate per consentire agli ambulanti di rientrare ai loro posti in via Vittorio Emanuele II e piazza Duomo. L’assessore: "Vigileremo sul loro rigoroso rispetto"

Alba, il mercato torna in via Maestra. Sabato il rientro dei banchi dopo sei mesi di assenza

Ritorneranno nelle loro piazzole di via Maestra e piazza Duomo dopo sei mesi di assenza i circa 60 ambulanti costretti ad abbandonarle dall’inizio del marzo scorso, in seguito ai Dpcm sul lockdown firmati dal premier Conte e alle conseguenti ordinanze sindacali disposte dal Comune.

L’appuntamento è previsto per dopodomani, sabato 12 settembre, come ventilato dall’assessore comunale al Commercio Marco Marcarino nel progetto di riorganizzazione del mercato ambulante condiviso nelle scorse settimane con le associazioni di categoria del settore, la Fiva Confcommercio, l’Anva Confesercenti e la sezione cuneese del Goia, sigla autonoma che lo scorso 1° agosto si fece promotrice della manifestazione di protesta che portò alcuni operatori a sfilare cartelli alla mano lungo la via, con la richiesta di un pronto rientro dei mercatali nelle loro abituali sedi e in polemica con la settantina di commercianti in sede fissa che, pochi giorni prima, avevano sottoscritto la richiesta al sindaco di due colleghi, convinti della scarsa compatibilità tra la permanenza delle bancarelle in quella sede e le ambizioni turistiche cui Alba deve continuare a guardare con determinazione.

Una richiesta respinta al mittente, come comprova la decisione del Comune di tornare all’antico. Un rientro rispetto al quale lo stesso assessore mette però sull’avviso. "Per consentirlo abbiamo predisposto una serie di precise misure di sicurezza, a partire dall’ingombro dei banchi. Controlleremo in modo attento che vengano rispettate e non esiteremo a sanzionare chi non dovesse attenervisi".

Tra queste, come accennato, un generalizzato snellimento delle superfici adibite all’esposizione e vendita, ridotte a 2 metri di larghezza. Poi lo spostamento di tre operatori, che da via Maestra e da via Cavour si sposteranno in una piazza Duomo intanto ridisegnata secondo uno schema a ferro di cavallo.

Ritocchi che dovrebbero consentire di liberare importanti spazi lungo la via Maestra, dove il flusso dei pedoni verrà regolato tramite la predisposizione di due sensi di marcia pedonali obbligatori. Questo – nelle intenzioni – dovrebbe favorire il distanziamento interpersonale e ridare spazio alle vetrine dei negozi, mentre anche l’accessibilità alla zona da parte dei mezzi di soccorso verrà migliorata liberando dalla presenza dei banchi gli accessi alle vie che incrociano il corso.

Ezio Massucco

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium