/ Scuole e corsi

Scuole e corsi | 14 settembre 2020, 18:26

Ritorno sui banchi anche per gli oltre 900 studenti dell’Arimondi Eula di Savigliano (FOTO E VIDEO)

Ingressi a piccoli gruppi, il preside Martini: “Ci sembrava la scelta più funzionale per i genitori ed era consentita dalla struttura dei nostri edifici”

Ritorno sui banchi anche per gli oltre 900 studenti dell’Arimondi Eula di Savigliano (FOTO E VIDEO)

Ritorno sui banchi anche all’Istituto Arimondi Eula di Savigliano per gli oltre 900 studenti che oggi varcano l’ingresso della scuola dopo oltre sei mesi. 

A partire dalle 7.45 di questa mattina, lunedì 14 settembre, gli studenti sono stati chiamati in ordine alfabetico e sono tornati nelle classi per frequentare le lezioni come prima del lockdown. Come da tradizione le classi prime sono entrate alle ore 9. 

Igienizzate le mani e rilevata la temperatura all’ingresso, gli studenti si sono poi recati nella varie classi, adattate nel rispetto della normativa anti covid-19. Ad accoglierli era lo stesso dirigente scolastico Luca Martini: “Abbiamo suddiviso in gruppo i vari studenti che faranno l’accesso a scuola, in questo modo abbiamo evitato l’ingresso in orari differenziati. Ci sembrava la soluzione più funzionale per le famiglie ed era anche consentita anche dalla struttura dei nostri edifici scolastici. All’interno spazi suddivisi in aree contrassegnate in vari colori all’interno dei quali gli studenti devono rimanere. Gli intervalli, che si svolgono a orari differenziati per il liceo e per i corsi tecnici, saranno svolti in classe proprio per evitare le commistioni tra studenti perché nel caso in cui dovessero verificarsi dei contagi sarebbe più facile tracciare i contatti tra le persone”. 

Confermata anche la procedura nel caso in cui uno studenti dovesse stare male all’interno della scuola: “Nel caso in cui ci fosse uno studente o una studentessa che non dovesse sentirsi bene, abbiamo un’aula Covid all’interno del quale sarà isolato in compagnia di adulto, dotato di mascherina. Si contatterà quindi un genitore, dopodiché si seguirà il protocollo dell’asl con i necessari accertamenti”. 

 

Chiara Gallo

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium