/ Sanità

Sanità | 17 settembre 2020, 11:46

Sanità privata, raggiunto l'accordo sugli stipendi: la Regione li parificherà a quelli pubblici solo per chi applicherà il contratto dei lavoratori

Siglata nella sede dell’Assessorato regionale alla Sanità del Piemonte l’intesa tra la Regione e le Organizzazioni sindacali del Comparto della Sanità privata

Il presidio del 31 agosto

Il presidio del 31 agosto

Avevano presidiato lo scorso 31 agosto davanti alla sede del Santa Croce i lavoratori della sanità privata. Definiti "eroi" durante l'emergenza Covid, la loro situazione contrattuale è ferma da 14 anni.

Il sit-in organizzato dalle sigle di Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl, aveva lo scopo di far luce proprio su questa situazione e per chiedere alla Regione e alle aziende sanitarie pubbliche di prendere una posizione in merito: specie per quanto riguarda i finanziamenti alle aziende della Sanità privata che negano il diritto al rinnovo del contratto nazionale del settore.

Nella giornata di ieri, mercoledì 16 settembre, è stata siglata nella sede dell’Assessorato regionale alla Sanità del Piemonte l’intesa tra la Regione e le Organizzazioni sindacali del Comparto della Sanità privata sul processo per la definizione delle tariffe per le prestazioni erogate dai gestori delle strutture sanitarie private che applicano il contratto nazionale di lavoro.

Le parti hanno convenuto che qualunque adeguamento tariffario e di budget verrà esclusivamente riconosciuto dalla Regione Piemonte ai gestori delle strutture sanitarie che applicano il CCNL sanità privata sottoscritto da FP CGIL, CISL FP e UIL laddove le stesse abbiano provveduto alla piena applicazione al nuovo CCNL sanità privata come previsto dalla pre-intesa del 10 giugno 2020.

 

redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium