/ Politica

Politica | 18 settembre 2020, 15:47

Votare al tempo del Coronavirus: per la prima volta la scheda sarà inserita nell’urna dall’elettore. Chi vincerà? L’attesa fuori dal seggio

Nodo cruciale: le persone anziane. Secondo il protocollo le mani vanno disinfettate almeno tre volte in pochi minuti

Foto generica

Foto generica

Il Covid-19 si impone anche sulle elezioni, dettando comportamenti e modalità per prevenire il rischio di contagio e, forse, determinerà in maniera pesante sulla percentuale di elettori che si recheranno alle urne. Uno dei nodi cruciali sono gli anziani: gli over 65 potrebbero scegliere di non rischiare restandone a casa. Fondamentale, poi, sarà anche la determinazione di voler votare: tra mascherine tolte per il riconoscimento, ingressi contingentati ed igienizzazione di mani, matita e cabina elettorale, si prevedono lunghe attese fuori dai seggi.

Il Ministero dell’Interno e il Ministero della Salute hanno sottoscritto un protocollo sanitario e di sicurezza per la situazione sanitaria legata al Coronavirus, in vista delle elezioni comunali e per il referendum.

Il documento prevede per l’allestimento dei seggi percorsi distinti di ingresso e di uscita e accessi contingentati agli edifici, con eventuali aree di attesa all’esterno. I locali che faranno da seggio, inoltre, dovranno avere dimensioni tali da garantire almeno un metro di distanziamento sia tra gli scrutatori che tra loro e l’elettore. Dopo aver votato e ripiegato la scheda, l’elettore dovrà inserire la scheda nell’urna.

Per le elezioni al tempo del Covid-19 il protocollo prevede che vengano periodicamente puliti i locali e disinfettate le superfici di contatto come tavoli, cabine elettorali, servizi igienici, nonché matita utilizzata per votare. Ogni votante dovrà poi rispettare le regole basilari di prevenzione: evitare di recarsi al seggio con sintomi respiratori o temperatura corporea superiore a 3 7.5°C. Non è prevista misurazione all’ingresso). Non essere stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni e non essere stati a contatto con persone positive negli ultimi 14 giorni.

Il protocollo consiglia un’ulteriore detersione dopo il voto, prima di lasciare il seggio.

I componenti di seggio saranno tutti dotati di mascherine chirurgiche, gel, guanti, spray disinfettante e salviette, e dovranno rispettare il distanziamento interpersonale di almeno un metro; effettuare una rigorosa igiene delle mani con soluzioni disinfettanti; garantire adeguata aerazione agli ambienti; vigilare che all'esterno non si creino assembramenti di persone.

I componenti dei seggi, durante la operazioni elettorali dovranno indossare la mascherina chirurgica, mantenere sempre la distanza di almeno un metro l’uno dall’altro e igienizzare frequentemente le mani. L’uso dei guanti è consigliato solo per le operazioni di spoglio delle schede. 

NaMur

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium