/ Cronaca

Cronaca | 21 settembre 2020, 16:42

Cuneo, a processo dopo un incidente sull’autostrada Torino-Savona

L’imputato è accusato di aver causato le lesioni all’amico che si trovava in auto con lui

Cuneo, a processo  dopo un incidente sull’autostrada Torino-Savona

Sarà una perizia medico legale a dare ulteriori elementi al giudice che dovrà decidere in merito alla punibilità di M.B., a processo per lesioni a seguito di un incidente stradale occorso il 12 agosto 2018 sull’autostrada Torino-Savona.

L’imputato si trovava in auto insieme all’amico F.P. quando, mentre percorrevano l’autostrada in direzione Torino, il veicolo aveva sbandato, capottandosi due volte e finendo contro il guardrail. Quando erano giunti i soccorsi entrambi gli occupanti erano già fuori dell’auto.

In una precedente udienza F.P. aveva spiegato che alla guida si trovava M.B. il quale, sottoposto ai controlli di sangue e urine in ospedale subito dopo l’incidente, risultò positivo al metadone. Questi era rimasto ferito alla testa, compatibilmente con le conseguenze dello sfondamento del parabrezza dal lato passeggero, mentre l’amico aveva riportato la frattura delle costole, come se avesse impattato contro il volante.

Oggi i difensori di M.B. proprio per verificare la compatibilità fra le lesioni riportate dagli occupanti e la tipologia dei danni all’auto, hanno chiesto la perizia di un medico legale. Che sarà nominato dal giudice nella prossima udienza fissata il 1 febbraio.

Monica Bruna

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium