/ Politica

Politica | 23 settembre 2020, 11:45

Peveragno, Adriano Renaudi pronto a un'opposizione seria: "Rappresenteremo in consiglio il dissenso di quasi la metà della popolazione"

Il cugino del neo rieletto sindaco commenta il risultato elettorale: "In democrazia è sufficiente un punto per vincere, ed è giusto così. Ma un sindaco uscente al primo mandato che vince con il 51,8% non credo possa del tutto davvero cantare vittoria"

Adriano Renaudi

Adriano Renaudi

"Ho già sentito le prime dichiarazioni di Paolo e finché si confonde il dissenso con la polemica non si faranno mai progressi".

E' lapidario il commento di Adriano Renaudi, cugino primo del sindaco - rieletto nella tornata elettorale di domenica 20 e lunedì 21 settembre - di Peveragno Paolo Renaudi e leader della lista sconfitta "SiAMO Peveragno". Gli scrutini hanno evidenziato come, alla lista, siano andati 4 seggi e 1.416 voti, per un totale del 48,20%.

"In democrazia è sufficiente un punto per vincere, ed è giusto così. Ma un sindaco uscente al primo mandato che vince con il 51,8% non credo possa del tutto davvero cantare vittoria. Ora, finalmente, in consiglio avrà un'opposizione come si deve: quasi il 50% della cittadinanza non è con lui e noi la rappresenteremo tutta".

Di seguito il video apparso sulla pagina Facebook della lista:

 

 

simone giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium