L'Internazionale di Alessio Ghisolfi | 23 settembre 2020, 09:31

I figli degli stupri etnici: dimenticati

I figli degli stupri etnici: dimenticati

Ragazzi che in media hanno 25 anni: sono loro i dimenticati figli della vergogna.

Generati in seguito a sistematici stupri dai loro carnefici, che sono anche i loro padri e  che naturalmente non hanno mai conosciuto.

Sono i figli della guerra e della vergogna che lo stato ha abbandonato e rifiutato una seconda volta.

Molti di loro sono stati abbandonati, ed alcuni dei loro padri carnefici sono anche stati processati dai tribunali ma per loro nessuno ha pensato ad un programma di sostegno efficace e di inclusione.

Si stima che in Bosnia siano state stuprate tra le 20.000 e le 50.000 donne, violenze generate in un conflitto che ha martoriato una intera area in rivendicazioni politiche rappresentate attraverso l’annientamento dell’essere umano.

La stessa tecnica pianificata dai nazisti.

Non solo abusi sessuali, come presa di possesso dell’identità di un popolo, ma una feroce pulizia etnica come mi disse l’allora Procuratore della Corte Penale Internazionale - una istituzione a mio giudizio in forte crisi di identità oggi - Carla Del Ponte.

E il pregiudizio fa il resto, dal tessuto rurale a quello sociale: chi è figlio dello stupro etnico non viene considerato allo stesso modo e subisce in primis il distacco emotivo.

Un fallimento, quello della mancanza di attenzione delle organizzazioni internazionali, nei confronti di centinaia e centinaia di vittime dell’odio.

Quasi ci fosse da vergognarsi, e sentirsi in colpa, di avere una madre stuprata.

Solo lo scorso anno è stata messa una significativa ed unica sentenza che rende possibile il riconoscimento di risarcimenti alle donne vittime dello stupro di guerra.

L’Onu ha ordinato alla Bosnia di compensare una vittima con un dettato che potrebbe arrivare ad avvalersi della convenzione sulla tortura, ciò al fine di rendere più ampio il panorama dei richiedenti.

Quando uno Stato non tutela i figli di uno stupro è anch'esso carnefice.

Alessio Ghisolfi

Leggi tutte le notizie di L'INTERNAZIONALE DI ALESSIO GHISOLFI ›
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium