/ Economia

Economia | 23 settembre 2020, 14:02

Reti di aziende per vincere la sfida dell’export: tour in Granda per la Camera di Cooperazione Italo-Araba

Confronto in Regione e incontri con le imprese per l’associazione nazionale che promuove le relazioni economiche tra l’Italia e i 22 Paesi della Lega araba

Il presidente nazionale della Camera di Cooperazione Italo Araba Mario Mancini con la parlamentare cuneese Monica Ciaburro

Il presidente nazionale della Camera di Cooperazione Italo Araba Mario Mancini con la parlamentare cuneese Monica Ciaburro

Guarda in modo particolare ai comparti dell’agroalimentare e della meccanica collegata al mondo agricolo – ma non solo – il programma di iniziative che la Camera di Cooperazione Italo-Araba sta organizzando in queste settimane a favore delle aziende piemontesi.

Impegnato da quasi mezzo secolo nel fare da ponte tra le imprese italiane e i 22 Paesi africani e asiatici facenti della Lega degli Stati Arabi, nei giorni scorsi l’associazione con sede nella Capitale è stata protagonista nella nostra regione di una-due giorni di incontri che ha toccato istituzioni, associazioni di categoria e imprenditori interessati agli sbocchi di un mercato in forte crescita e che da anni si va affermando come un approdo di sempre maggior appeal per il nostro export.

Accompagnato dal delegato piemontese, il braidese Giacomo Verrua, il presidente nazionale dell’ente Mario Mancini ha così incontrato l’assessore alla Cooperazione della Regione Maurizio Marrone, gettando con Piazza Castello le basi di future azioni con le quali affiancare le esportazioni delle imprese di casa nostra, anche facilitando la costruzione di filiere di settore volte a superare un dato dimensionale che spesso  – insieme a una scarsa propensione a fare sistema – rappresenta il loro principale limite.

"Il nostro lavoro è quello di creare contatti e opportunità di business in Paesi nei quali siamo presenti da tempo con nostre rappresentanze", spiega il presidente Mancini, che affianca l’importante incarico alla conduzione del gruppo di famiglia, nota realtà laziale impegnata nella realizzazione di impianti per la lavorazione e conservazione delle carni.

"Si tratta di realtà che vanno dall’Iraq agli Emirati Arabi, dalla Sierra Leone all’Algeria. Nel farlo – prosegue – ci facciamo forti del grande richiamo rappresentato dal made in Italy come dell’alto indice di credibilità di cui le nostre imprese fortunatamente godono in questo importante pezzo di mondo. Una delle principali difficoltà è invece proprio quella di riuscire a fare sistema, di sapere strutturare filiere capaci di renderci competitivi in contesti nei quali è difficile andare da soli, anche per ragioni dimensionali".

"Per il Piemonte – continua Mancini – il settore cui guardiamo con maggiore attenzione è proprio quello dell’agro-industria. Abbiamo moltissime realtà di ottimo livello impegnate nella produzione di macchine agricole, impianti per mangimifici, macchine per la produzione di farine. Attività molto ben rappresentate e che saranno il traino per dialogare con Paesi come l’Iraq, il Marocco o come i numerosi stati dell’Africa Centrale che in questo momento sono fortemente impegnati nel potenziare le proprie strutture alimentari. Il Piemonte in questa direzione ha grandi possibilità".

Dopo quello in Regione, il tour della Camera Italo-Araba ha coinvolto anche la parlamentare cuneese Monica Ciaburro. "Anche con l’onorevole abbiamo ragionato sulle opportunità che simili canali possono offrire per il nostro comparto agricolo – spiega il delegato piemontese dell’associazione Giacomo Verrua – e sulla possibilità di organizzare filiere e reti di imprese anche in altri settori, come quelli del legno e dell’arredo, ma anche della moda e delle nostre eccellenze artigiane. Settori che a livello interno non vivono momenti felici, ma che possono guardare a questi nuovi mercati come opportunità di peso strategico".

Ragionamenti che verranno proseguiti nel corso di altri incontri, questa volta prevalentemente "business to business", che la Camera di Cooperazione sta organizzando a breve tra Lombardia e Piemonte. I primi appuntamenti nella nostra regione sono quelli del 7 ottobre prossimo, con tappe anche in Granda. Per saperne di più: http://cameraitaloaraba.org/.

Ezio Massucco

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium