/ Eventi

Eventi | 24 settembre 2020, 17:32

Cuneo pronta ad accogliere la XXII^ edizione di Scrittorincittà: il tema sarà "Prossimo"

Il programma ragazzi sarà presentato online martedì 6 ottobre dalle ore 15.00 sul canale YouTube e sulla pagina Facebook del festival, mentre il programma adulti sarà reso noto mercoledì 28 ottobre in un triplo appuntamento tra Cuneo e Torino

Uno scatto dall'edizione 2018 della manifestazione

Uno scatto dall'edizione 2018 della manifestazione

Scrittorincittà torna a Cuneo da mercoledì 11 a lunedì 16 novembre per la sua XXII edizione. Il filo conduttore di quest’anno, intorno al quale autori italiani e stranieri saranno come sempre chiamati a esprimersi, riflettere, confrontarsi, è Prossimo, tema scelto in tempi non sospetti che gli ultimi mesi hanno infuso di nuovi significati e accezioni.

Scrittorincittà è un'iniziativa del Comune di Cuneo, in collaborazione con la Provincia di Cuneo e la Regione Piemonte, ed è organizzato dall’Assessorato per la Cultura del Comune di Cuneo e dalla Biblioteca civica.

Scrittorincittà proporrà incontri, reading e laboratori per adulti, ragazzi e bambini con scrittori, giornalisti, artisti e protagonisti di tutti gli ambiti: dalla letteratura all'arte, dallo sport al cinema, dalla scienza alla musica. Quest’anno lo farà con modalità ibride: in parte dal vivo, con incontri che manterranno la relazione del Festival con il contesto della città di Cuneo, seppur in sale con capienze ridotte e posti limitati rispetto alle passate edizioni, in parte – inevitabilmente – in digitale, aprendosi potenzialmente a tutto il territorio nazionale.

Prossimo non significa vicino, ma molto vicino. È un superlativo. Prossimo significa così vicino da non poterlo evitare. Il prossimo è l’inevitabile, ciò che arriva, ciò che ti trovi addosso, anche quando non lo pensi, anche quando non lo vuoi. È una vicinanza nello spazio, che siamo stati costretti ad abbandonare, ma è anche una vicinanza nel tempo: il prossimo minuto, il prossimo mese, il prossimo anno. È qualcosa che sta per accadere, inevitabilmente: l’estate sta arrivando, è ormai prossima, la prossima guarigione del malato. Tutti desideriamo essere prossimi alla felicità: anzi, la felicità spesso sta già in quel desiderio che ti fa sentire vicinissimo, sul punto di essere felice. Prossimo non è chiusura ma simbolo di apertura. Prossimo è una persona, e non è solo un parente prossimo. È chi incontri. È chi sta sulla tua strada. È quella fetta di mondo che entra nella tua vita. In questa, non nella prossima. È il tuo prossimo. Che non scende alla prossima fermata ma resta accanto a te. E nemmeno tu scendi.

Protagonisti del festival sono i prossimi scrittori in letteratura, gli autori e le autrici che raccontano questa prossimità di rapporti, indagano la relazione, il sentimento, l’intimità quando viene svelata a un’altra persona. Il futuro sognato, pensato, realizzato, studiato. Racconteremo la responsabilità di chi fa solidarietà, la responsabilità civile di costruire un pianeta per il prossimo tuo, e anche per la prossima generazione. La politica, l’economia, l’agricoltura, la ricerca scientifica... nell’ottica di una prossimità realizzabile e in molti casi già realizzata. Un “vicinato” globale. Con bambini e ragazzi cercheremo di capire cosa significa sbilanciarsi sugli altri, su individui o mondi diversi. Quale sarà il prossimo? Il prossimo presuppone un passo in avanti, uno spostamento, un occhio rivolto al prossimo futuro. Le prossime storie, le prossime sorprese. Le prossime responsabilità. Chi ci sarà il prossimo anno? Quale sarà il prossimo libro?

Scrittorincittà ha come primo obiettivo quello di promuovere la lettura per tutti, dagli adulti ai ragazzi e ai bambini. Per questo è tra i festival in Italia che dedica maggior spazio agli appuntamenti per i ragazzi, con un ricchissimo programma per le scuole, dalle materne alle superiori, che anche quest’anno, con modalità diverse, non mancherà.

Il programma ragazzi sarà presentato online martedì 6 ottobre dalle ore 15.00 sul canale YouTube e sulla pagina Facebook del festival, mentre il programma adulti sarà reso noto mercoledì 28 ottobre in un triplo appuntamento tra Cuneo e Torino. Tra le anteprime di scrittorincittà, lunedì 5 ottobre alle ore 18.00, in diretta YouTube e Facebook, un incontro online con il Professor Enrico Giovannini (L’utopia sostenibile); sabato 7 novembre si terrà invece un incontro dedicato alla memoria del professor Franco Cordero, giurista e scrittore cuneese scomparso l'8 maggio 2020.

Quest’anno la vendita dei biglietti avverrà esclusivamente online, sul sito del festival, a partire da novembre. Si ricorda che nel rispetto delle norme anti-contagio attualmente in vigore il numero di posti disponibili per ciascun evento sarà limitato.

Scrittorincittà come sempre dà voce e fa conoscere ai lettori gli autori che nell'ultimo anno hanno esordito nella narrativa in lingua italiana. Pochi giorni fa è stato proclamato il vincitore del Premio Città di Cuneo per il Primo Romanzo: Alice Cappagli, con il suo Niente caffè per Spinoza (Einaudi). Come ogni anno il vincitore, insieme agli altri autori segnalati per il Premio – Emanuela Signorini (Il sangue nero di Mussolinia, Giovane Holden edizioni), Chiara Ferraris (L'impromissa, Sperling & Kupfer), Guido Saraceni (Fuoco è tutto ciò che siamo, Sperling & Kupfer) – e all’autore selezionato dalle scuole tra le proposte del Festival du premier roman de Chambéry, Mathilde Chapuis (Nafar, Liana Levi), incontrerà i lettori durante scrittorincittà.

Nonostante la situazione di emergenza, abbiamo continuato a portare avanti le consuete iniziative di avvicinamento alla manifestazione, e l’intera squadra di scrittorincittà è al lavoro per offrire un festival che sia il più possibile inclusivo, nel rispetto delle disposizioni di sicurezza attualmente in vigore.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium