/ Altri sport

Altri sport | 24 settembre 2020, 09:46

Cuneo Vive lo Sport 2020: "Perseveranza, costanza, tenacia, rispetto e inclusività i valori più importanti da trasmettere"

Ieri sera (23 settembre) la serata tutta dedicata allo sport e agli atleti, agonistici e non, della città capoluogo; Cristina Clerico: "Vogliamo trasmettere un'idea di sport che non crea solo grandi campioni, ma cittadini e persone migliori"

Cuneo Vive lo Sport 2020: "Perseveranza, costanza, tenacia, rispetto e inclusività i valori più importanti da trasmettere"

Lo sport è un insegnamento per la vita di tutti i giorni”. Parole di Stefania Belmondo, tra i grandi atleti cuneesi di livello nazionale chiamati sul palco del cinema Monviso di Cuneo ieri (mercoledì 23 settembre) durante la presentazione dell’edizione 2020 del progetto “Cuneo Vive lo Sport”: con lei, anche Elisa Rigaudo, Daniel Fontana e Andrea Coan, che hanno raccontato le esperienze più significative della loro carriera e come la pratica sportiva abbia cambiato tutta la loro vita.

In collegamento da remoto per l’occasione l’assessore del Comune Cristina Clerico, la delegata del Coni Claudia Martin e il presidente regionale del Coni Gianfranco Porqueddu. Presenti anche la presidente di Amico Sport Cristina Bernardi (anche lei salita sul palco per presentare le attività dell’associazione assieme al “testimonial” Paolo, atleta con sindrome di Down).

La serata è iniziata con la proiezione del video completo “Cuneo Vive lo Sport 2020”, che oltre a diverse immagini delle attività sportive realizzate – in totale sicurezza sanitaria – sul territorio della città, ha presentato anche le testimonianze di diversi atleti “targati Cuneo”: Sara Dalmasso, Eduard Timbretti Gugiu, Alessane Diallo, Debora Candela e Beatrice Battistino. Al termine del video un rapido excursus sull’impiantistica sportiva della città. Due giovanissimi sportivi hanno poi letto  i giuramenti olimpici e la Carta dei Diritti del bambino nello sport.

L’incontro al cinema Monviso è stata anche occasione per presentare il campionato nazionale di Duathlon giovanile, che nonostante le difficoltà organizzative che l’annata in corso ha evidentemente portato con sé verrà ospitato a Cuneo nei giorni del 3 e 4 ottobre.

Nel video è ben rappresentato lo spirito che vorremmo trasmettere alle famiglie e ai ragazzi cuneesi, un concetto di sport come veicolo di crescita di cittadini formati e preparati, che si concentrano sugli obiettivi da raggiungere nonostante la fatica, le frustrazioni e le normali paure – ha detto l’assessore Clerico - : la perseveranza, la costanza, la tenacia e il rispetto di sé sono i valori più importanti che possa trasmettere l’attività sportiva, assieme a quello dell’inclusività. Lo sport, insomma, non crea solo e sempre grandi campioni, ma anche persone migliori”.

Martin e Proqueddu hanno sposato le parole dell’assessore ricordando alo stesso tempo come il Coni abbia elargito, nel periodo estivo, 90mila euro di contributi alle attività sportive del Comune di Cuneo: “L’iniziativa “Cuneo Vive lo Sport” è di assoluta importanza e rientra perfettamente negli obiettivi che il Coni ha sul territorio nazionale, ovvero la promozione, specie tra i giovani, delle attività sportive a scopo educativo. I grandi campioni sul palco stasera saranno sicuramente i maestri migliori” ha detto il presidente. “Quelli pandemico e post-pandemico sono stati momenti difficili per lo sport, ma seppur nella totale sicurezza le attività fisiche non devono fermarsi perché per bambini e ragazzi sono totalmente imprescindibili – ha aggiunto Martin - . I giovani devono fare sport, qualunque sport, non per forza a livello agonistico”.

simone giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium