/ Sanità

Sanità | 24 settembre 2020, 11:35

Il grazie e il saluto di Noceti, primario di Pneumologia che aveva rinviato il pensionamento per restare in trincea durante l'emergenza Covid

Chiuderà la sua carriera ospedaliera il prossimo 30 settembre. Nella lettera di commiato ha evidenziato e sottolineato la forza mostrata da tutte le Unità coinvolte nella gestione dei drammatici mesi del Covid

Il grazie e il saluto di Noceti, primario di Pneumologia che aveva rinviato il pensionamento per restare in trincea durante l'emergenza Covid

Paolo Noceti dal 30 settembre lascerà la direzione della struttura complessa di Pneumologia dell’azienda ospedaliera S. Croce e Carle di Cuneo. Doveva lasciare al 1° di aprile, ma l'emergenza sanitaria in atto gli aveva fatto decidere di rimanere in trincea. E così ha fatto in questi lunghi e difficili mesi.

"In un momento tanto drammatico – aveva detto – non si può abbandonare la guida di una struttura come la Pneumologia. Allora ho deciso, in accordo con la direzione generale, di restare in ospedale fino a dicembre. E’ il minimo che si potesse fare.”

Ora per lui è arrivato il momento di lasciare per davvero. 

Questa la lettera con cui chiude il suo percorso lavorativo nell'azienda ospedaliera Santa Croce e Carle di Cuneo.

Ai Colleghi tutti, alla Direzione Generale e Sanitaria,alle sedi amministrative e all’intero gruppo IP SC Pneumologia,

Con il 30 settembre termina la mia “avventura” presso questa Azienda, iniziata nel 2003. Come sappiamo le attuali condizioni e relative normative non consentono la organizzazione di evento di diretto saluto, come usualmente possibile in era preCovid 19.

Mi rimangono pertanto queste righe per ringraziare l’intero sistema Aziendale nelle sue componenti Mediche, Infermieristiche e Amministrative per la collaborazione ricevuta in questi anni, con particolare riguardo agli sforzi compiuti negli ultimi mesi, che credo rimarranno impressi in tutti noi per la “forza” mostrata dalle Unità coinvolte nella gestione delle criticità clinico gestionali della fase Covid.


Con commozione e grande stima mi riesce difficile raccogliere in poche righe lo spirito collaborativo ricevuto dai miei collaboratori, senza i quali non si sarebbe potuto raggiungere alcuno degli obbiettivi di sviluppo ottenuti in questi anni nell’ambito Pneumologico.

Amici oltre che collaboratori, che hanno mostrato costante spirito di sacrificio non comune, e che porterò sempre nelle mie riflessioni. Ringraziamento poi alle Caposala che si sono alternate negli anni e a tutte le figure Infermieristiche che hanno sempre dato il meglio nella gestione del paziente respiratorio.

Ai Colleghi Medici dell’Azienda con cui in questi anni ci siamo confrontati e creato campi di importante collaborazione, invio un pensiero di profondo ringraziamento e stima, anche per l’amicizia che ne è seguita con molti di voi.

Passano tante riflessioni e immagini in queste giornate, difficili da condensare in questo spazio (emozioni da vivere internamente, come credo possiate comprendere).

Rimane la personale soddisfazione di avere fatto parte di una Azienda Ospedaliera di livello, e pertanto rinnovare a tutti gli attori che ne fanno parte
Il grazie per la importante collaborazione ricevuta.
Con affetto

P.Noceti, 24/09/2020
 



bsimonelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium