/ Attualità

Attualità | 25 settembre 2020, 12:39

Cuneo, prosegue il cantiere per le quattro nuove aule del "Bianchi Virgino": concesso anche l'uso del campo da calcio di via Bertolino

Intanto, negli scorsi giorni, sono state diramate dal Miur le norme relative allo svolgimento in presenza delle lezioni di canto e con strumenti a fiato (una delle incognite principali dato l'alto rischio di espansione del contagio)

Cuneo, prosegue il cantiere per le quattro nuove aule del "Bianchi Virgino": concesso anche l'uso del campo da calcio di via Bertolino

Proseguono al liceo Artistico e Musicale "Bianchi Virginio" di Cuneo i lavori di realizzazione delle quattro nuove aule che saranno installate nel giardino della sede: un intervento di bioedilizia leggera con travi e putrelle di acciaio che permetterà di aggiungere all'istituto un fabbricato monopiano di 460 metri quadrati.

Della situazione di grande necessità di spazi ulteriori in cui versa il "Bianchi Virginio" avevamo già parlato poco prima dell'inizio effettivo dell'anno scolastico; secondo quanto comunicato dal dirigente scolastico Carlo Garavagno, in questi primi giorni di settembre l'istituto ha ricevuto la disponibilità gratuita dei campi sportivi della "Cuneese tennis" di corso Monviso - per le attività all'aperto - e delle aule dei Salesiani di Cuneo e di via Schiaparelli. E' stato poi accordato l'uso libero del campo da calcio comunale di via Bertolino nelle ore mattutine ed è stata fatta richiesta per la sala "Anita Barbero", adiacente alle aule di via Schiaparelli.

- LE LINEE GUIDA PER LE LEZIONI DI CANTO E CON STRUMENTI A FIATO

Con l'inizio effettivo delle attività scolastiche il Miur ha anche disposto le regole per lo svolgimento in presenza delle lezioni di canto e con strumenti a fiato, una delle incognite principali data la più alta possibilità di espansione delle droplets (le gocce di saliva responsabili nella maggior parte dei casi del contagio da Coronavirus).

Per quanto riguarda le lezioni con strumenti a fiato la distanza interpersonale minima sarà di 1.5 metri tra gli alunni, mentre il docente dovrà rimanere a 2 metri dalla prima fila. Si dovrà evitare il più possibile ogni contatto fisico, l'uso promiscuo di ogni ausilio - microfono, leggio, spartito, etc. - e lo scambio degli strumenti musicali, che dovranno ovviamente essere igienizzati e riposti nelle apposite custodie al termine della lezione. Nell'utilizzo di ottoni, ogni postazione dovrà essere provvista di una vaschetta per la raccolta della condensa contenente liquido disinfettante.

I componenti di un coro - o di una classe di canto - dovranno mantenere una distanza interpersonale laterale di almeno 1 metro, e dovranno esserci almeno 2 metri di distanza tra le varie file del coro. Questa distanza potrà essere ridotta soltanto ricorrendo a barriere fisiche, anche mobili, che possano ridurre il contagio da droplet.

simone giraudi

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium