/ Saluzzese

Saluzzese | 27 settembre 2020, 12:31

Si sente male in casa, in un bosco di Castellar difficilmente raggiunigibile: il Soccorso alpino lo accompagna all'ambulanza

E' successo nella mattinata di ieri. L'ambulanza del 118 non è riuscita ad arrivare a casa dell'anziano per via della strada impervia. Il Sasp lo ha ricondotto a valle, per poi affidarlo alle cure dei sanitari

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Si sente male in casa, ma in una località difficilmente raggiungibile dall'ambulanza.

E' successo ieri mattina, a Castellar, Municipio di Saluzzo. Un anziano, con grave patologia respiratoria , ha accusato un malore mentre si trovava in casa, nella zona boschiva sullo spartiacque con Manta.    

La strada per raggiungere la casa dell'uomo era decisamente impervia. L'ambulanza inviata dalla centrale operativa del 118 non è riuscita a raggiungere il domicilio dell'uomo, ragion per cui è stata fatta intervenire una squadra a terra del Soccorso alpino.

I volontari della Quattordicesima delegazione, la Monviso, hanno raggiunto - con l'ausilio di fuoristrada - l'uomo colto da malore, obbligato ad una somministrazione continua di ossigeno. Caricato su una jeep, l'anziano è stato poi ricondotto a valle, sino alla strada provinciale dove era già stato concordato l'intervento dell'ambulanza medicalizzata, vista la serietà del quadro clinico dell'uomo.

Arrivati all'ambulanza, il Soccorso alpino ha affidato l'uomo alle cure dell'equipe sanitaria del 118, che lo ha poi trasferito in ambulanza.

Hanno preso parte alle operazioni di soccorso tre operatori del Sasp, tra cui anche un'infermiera. Insieme a loro, un volontario “laico”, il marito di uno degli operatori del Soccorso alpino, che si trovava in zona.

Ni.Ber.

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium