/ Solidarietà

Solidarietà | 28 settembre 2020, 20:15

Bra, gli Alpini vendono le orchidee per la raccolti fondi Unicef

Sabato 26 settembre 2020, al pari di altri tanti volontari presenti in 6800 piazze italiane, il Gruppo Alpini braidese ha venduto nella centrale via i fiori il cui ricavato andrà a sostegno della lotta contro la malnutrizione infantile

Bra, gli Alpini vendono le orchidee per la raccolti fondi Unicef

Sostegno all'Unicef, anche quest'anno, dalle Penne nere del gruppo di Bra.

Sabato 26 settembre, gli Alpini di Bra hanno venduto al loro gazebo di via Cavour le orchidee messe a disposizione dal Fondo delle Nazioni Unite per l'Infanzia, nell'ambito di un progetto a respiro nazionale che ha l'obiettivo di contrastare la malnutrizione, una delle principali cause di mortalità infantile dovuta alla carenza di cibo e alla mancanza di condizioni igienico sanitarie adeguate che, insieme ad altri fattori, debilita i bambini fino a determinarne, in alcuni casi, la scomparsa.

L'iniziativa, quest'anno personalizzata in onore dei nonni, si é svolta sabato, ed è poi proseguita anche domenica 27 settembre, in 2300 piazze italiane, con l'intervento di dodicimila volontari impegnati a vendere i pregiati fiori a fronte di un contributo minimo di 15 euro per l'acquisto di ciascuna orchidea, il cui ricavato singolo garantirà l'acquisto di 60 bustine di alimenti terapeutici per curare i bambini colpiti da malnutrizione cronica o acuta, equivalente al costo di una settimana di terapia nutrizionale per 4 bambini.

Coordinato dal capogruppo Antonino Ciancia, anche quest’anno a organizzare l’iniziativa nella città della Zizzola è stato il Consiglio direttivo delle penne nere braidesi, composto da Piero Milano, Tomaso Arpino, Oreste Costamagna, Luca Cravero, Tino Genta, Francesca Semeraro, Gianpiero Destefanis, Gianni Martinengo, Antonio Terreno, Gianfranco Marengo, Sergio Balocco, Silvio Oggero, insieme agli alpini Piero Battaglino, Cesare Discotto e Matteo Diale.

Con l'acquisto dell'Orchidea Unicef é possibile salvare una vita, a maggior ragione é stato necessario quest'anno perché a causa della pandemia i bambini malnutriti sono ancora più vulnerabili. - ha precisato il capogruppo braidese - Come da tradizione i cittadini di Bra non hanno fatto mancare il loro sostegno dando prova della forte condivisione degli obiettivi perseguiti dall'Unicef in difesa dei diritti dei bambini”.

La campagna Orchidea Unicef,realizzata in tutta Italia grazie al sostegno di migliaia di volontari, nel corso delle ultime dieci edizioni ha raccolto, grazie alla generosità oltre un milione di donatori, quasi 15 milioni di euro, arrivati nei Paesi in cui opera Unicef in difesa di bambini malnutriti.Grazie ai fondi raccolti, Unicef attuerà programmi per mamme e bambini, diretti a contrastare situazioni di deprivazione nutrizionale, migliorando lo stato di salute dei beneficiari.

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium