/ Attualità

Attualità | 28 settembre 2020, 13:10

Roccaforte Mondovì: un successo il 19° meeting dell'ARI

Una delle novità di questo Meeting è stato il “3° Contest Speed DCI” una sorta di competizione svolta il sabato mattina distribuendo gli equipaggi nel territorio monregalese, in prossimità di un castello, che in due ore hanno collegato più stazioni radioamatoriali possibili

Roccaforte Mondovì: un successo il 19° meeting dell'ARI

Venerdì 18, sabato 19 e domenica 20 settembre, presso l’Albergo il Commercio di Norea di Roccaforte Mondovì, ha avuto luogo la 19^ edizione del Meeting “Diploma dei Castelli d’Italia” (D.C.I.), del Diploma “Italian Flora Fauna Award” (I.F.F.A.) e del “World Antarctic Program” (W.A.P.), organizzati dall’A.R.I. (Associazione Radioamatori Italiani) Sezione di Mondovì (www.dcia.it/iq1bp).

Rivolgendo un’attenzione maniacale al distanziamento e all’igiene rispettando le precauzioni dettate, oltre che dall’I.S.S., dal buon senso di tutti, si sono dati appuntamento più di 70 radioamatori provenienti da molte Regioni italiane e dalla Svizzera, per dibattere su luoghi storici e faunistici, di radio e di tutte le attività ad essa collegate.

Il 2020 è un anno segnato da molte restrizioni a causa del CoVid-19 che ha costretto molti chiusi in casa e il conseguente “congelamento” di maggior parte delle attività lavorative e hobbistiche. Anche noi radioamatori non siamo stati esonerati dai divieti non potendo muoverci con le nostre radio e antenne, per cui, quanto solitamente programmato in primavera, abbiamo pensato di posticiparlo. Una delle novità di questo Meeting è stato il “3° Contest Speed DCI” una sorta di competizione svolta il sabato mattina distribuendo gli equipaggi nel territorio monregalese, in prossimità di un castello, che in due ore hanno collegato più stazioni radioamatoriali possibili.

I primi partecipanti sono stati accolti già dal venerdì e dopo una buona cena ristoratrice si è dato corso al sorteggio degli attivatori/ubicazioni del 3° Contest Speed DCI.

Sabato pomeriggio, al rientro dalla visita alla Certosa di Santa Maria in Valle Pesio, si è svolta la Tavola rotonda tra attivatori e hunters D.C.I. e I.F.F.A.; ci si è confrontati su temi inerenti le nuove modalità di trasmissioni, ritocchi al Regolamento dei diplomi, in un interessante dibattito e scambio di informazioni tecnico-scientifiche moderato da Massimo Balsamo IK1GPG e da Edo Ambrassa IW1EVQ. Domenica, dopo la foto con le autorità, i presenti hanno ricevuto i saluti da parte del Sindaco di Roccaforte Mondovì Paolo Bongiovanni e di un amico sostenitore dei radioamatori il Dr. Marco Botto, che sempre ha creduto nel nostro operato e nell’importanza che hanno i radioamatori.

Il Presidente della Sezione A.R.I. di Mondovì Edoardo Ambrassa IW1EVQ ha aperto ufficialmente i lavori sottolineando con parole di riguardo per il degno traguardo raggiunto: 19 edizioni che hanno sempre avuto un onorevole riscontro ed anche in questo particolare momento la risposta è stata rilevante.

L’attività vera e propria è poi proseguita con le relazioni del Technical Award Manager Massimo Balsamo IK1GPG e dell’Award Manager Betty Sciolla IK1QFM, con gli interventi dello Staff Tecnico e di consulenza D.C.I. a cura Gian Piero Asselle I1ASU (software gestionale dei diplomi) e Stefano Tolari IZ5GST (Attivazioni estreme), Luciano Lucini IK2QPO (OE/IP1DCI/p: Minimeeting a Göttweig, Austria con l’Amateur Funkclub di Heidenreichstein OE3XHA), Giovanni Tambini IK4UQE (diploma Dante Alighieri), Giacomo Frola IU1LBK (Diploma dei fari WAIL), Vittorio IK4CIE di Fidenza (WCI 2020).

Le competizioni radiantistiche organizzate nel corso dell’anno, come il “Week-End dei Castelli” a cura della Sezione A.R.I. di Fidenza e del WCI Manager Antonio Massimino IK8SHL, attività utili non solo a testare le proprie attrezzature ma anche a far conoscere il nostro meraviglioso territorio italiano, hanno prodotto una serie di classifiche permettendo di premiare i radioamatori che meglio si sono distinti; il rappresentante della Sezione di Fidenza Vittorio IK4CIE, unitamente al Manager Antonio Massimino IK8SHL, hanno consegnano quindi i meritati riconoscimenti.

Un breve resoconto è stato presentato dall’Award Manager del World Antarctic Program 2.0, Massimo Balsamo IK1GPG, che ha esposto il buon andamento dei Diplomi Antartici WAP-WACA e WAP-WADA, molto affascinanti quanto difficoltosi da realizzare.

L'intervento di Claudio Cordeglio IW1QLH, assente per problemi di salute, sull’applicativo WEB per la gestione dei diplomi D.C.I. e I.F.F.A. è stato disquisito da Massimo Balsamo IK1GPG co-gestore della miriade di dati e dei logs.

Dall’ormai lontano marzo 2001, anno di nascita del Diploma dei Castelli d’Italia, ad oggi oltre 150.000 radioamatori italiani e stranieri sono stati coinvolti in questa attività che non è solo divertimento ma rappresenta anche sperimentazione tecnica e scientifica, la quale permette di mettere a punto antenne e radio, utilissimi strumenti di comunicazione a servizio della protezione civile in caso di calamità naturali.

Lunedì 21 settembre questa avventura si è conclusa con due attivazioni svoltesi da un team interregionale di radioamatori provenienti dalle provincie di Cuneo, Imperia, Pistoia, Potenza e Trieste, che hanno disposto le stazioni radio in prossimità dei castelli nel Comune di Paroldo e di Sale Langhe, effettuando collegamenti con Europa, Asia e nord America. Gradita è stata la risposta al nostro invito del Sindaco di Paroldo Pietro Carlo Adami che ha seguito le operazioni e ci ha onorato della sua presenza immortalata nel piazzale sottostante i ruderi del Castello.

Questo 19° Meeting D.C.I. si è potuto realizzare grazie al contributo della Banca Cassa di Risparmio di Savigliano, al patrocinio della Presidenza del Consiglio Regionale del Piemonte, della Provincia di Cuneo, che ha donato medaglioni di bronzo e alcuni libri, della Città di Mondovì, del C.R.P.V.A. e del Comune di Roccaforte Mondovì che ha donato un gran numero di opere editoriali che raccontano il paese.

Sincera riconoscenza viene rivolta a L'Oasi di Comino Alessandro e Graziano di Morozzo, a Microware Software Easylog di Villanova d’Asti, ad Acque Minerali Santa Vittoria di Pornassio e a DP Snc di Davide Palluda di Canale omaggiandoci di prodotti locali sapientemente preparati dallo Chef del Roero Davide Palluda, Bar da Wilma (e Paolo) di Mondovì e Informatica System di Vicoforte.

Della Sezione A.R.I. di Mondovì hanno contribuito alla positiva riuscita dell’evento i soci Edoardo Ambrassa IW1EVQ, Massimo Balsamo IK1GPG e Betty Sciolla IK1QFM per la programmazione e l’organizzazione, Riccardo Pareto IW1GPR, Pasquale Veltri IU1BNT e Stefano Tolari IZ5GST per le installazioni tecniche e per la logistica, Ugo Brignone IK1VKH, Claudio Albesiano IW1FLR e Roberto Jarre IU1JEC.

Oltre a scambi di esperienze personali e informazioni, questo momento conviviale ha permesso l’apprezzamento dei commensali dell’ottima cucina capitanata da Emanuele e curata dallo Chef di famiglia e dal suo staff.

Le dimostrazioni di stima, di affetto e di riconoscenza da parte dei partecipanti e delle Autorità sono state assolutamente appaganti tali da farci riflettere e valutare la possibilità di continuare questa iniziativa che porta sul territorio monregalese ogni anno, per diciannove consecutivi, tante persone da ogni Regione italiana e dall’estero. Sul nostro sito ufficiale (www.dcia.it) è possibile visionare fotografie e quanto emerso in questo recente Meeting.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium