/ Saluzzese

Saluzzese | 29 settembre 2020, 07:32

Da Cuba per aiutare l'Italia: candidati al Nobel per la Pace i 52 medici e infermieri della brigata Henry Reeve

Il racconto e le emozionanti immagini dell'imprenditore saluzzese Valter Rosso (VIDEO) che prese l'aereo con loro a L'Avana, per arrivare a Roma il 22 marzo

Da Cuba per aiutare l'Italia: candidati al Nobel per la Pace i 52 medici e infermieri della brigata Henry Reeve

Cuba aveva inviato in Italia un'equipe di 52 tra medici e infermieri per aiutare l'Italia. Vennero impiegati in una delle zone più colpite d'Italia, Crema, dove rimasero per due mesi, fino al 25 maggio. 

Il giorno della partenza dall'aeroporto Jose Marti de L’Avana, a prendere lo stesso volo Alitalia diretto a Roma, c'era Valter Rosso, imprenditore saluzzese trapiantato a Torino.

Una grande emozione quella che aveva provato nel vedere la schiera di camici bianchi, immunologi e virologi soprattutto, pronti a dare una mano all'Italia. "È stata una esperienza molto toccante ed io sono felice di aver potuto viverla... forza, ce la faremo... Viva Cuba e Viva l'Italia", scriveva su Facebook quel giorno. 

“Vedere queste persone venire in soccorso del nostro Paese mi commuove. Stiamo vivendo un momento particolare dove il valore della solidarietà torna a scaldare i cuori. E' stato davvero un momento intenso e non ho potuto non gridare, vedendoli tutti insieme: Viva Cuba” - ha raccontato.

“Impossibile non provare gratitudine per un popolo che ci sta offrendo il proprio aiuto. Al check-in tutti i medici hanno salutato le proprie mogli e i propri figli, poi con le due bandierine in mano, una italiana e una cubana, si sono diretti verso l’imbarco. Ognuno con la sua valigia, ognuno con la mascherina sul naso e sulla bocca. Sono scene che non dimenticherò mai più". 

barbara simonelli

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium