/ Attualità

Attualità | 01 ottobre 2020, 08:04

Cirio come Moro, il governatore albese replica ai manifesti: "Qualcuno pensa di fermare il Piemonte con le intimidazioni"

Il presidente della Regione Piemonte cita lo stesso Aldo Moro: " 'La vera libertà si vive faticosamente tra continue insidie'. E la nostra terra va avanti"

Cirio come Moro, il governatore albese replica ai manifesti: "Qualcuno pensa di fermare il Piemonte con le intimidazioni"

E' arrivata nella serata di ieri, mercoledì 30 settembre, la replica del governatore della Regione Piemonte Alberto Cirio a seguito dei manifesti intimidatori affissi nei pressi del centro sociale Askatatsuna di Torino.

Il volto del governatore del Piemonte è stato sovrapposto dagli autori a quello del leader democristiano Aldo Moro rapito e ucciso 42 anni fa. La foto è quella tristemente celebre con la bandiera delle Brigate Rosse sullo sfondo. Sotto lo scatto la scritta "I cosplayer che vogliamo".

I cosplayer sono fan mascherati solitamente da protagonisti delle serie manga e fantascienza. Sul fatto ora indaga la Digos.

"Stanotte a Torino sono stati diffusi dei manifesti che sostituiscono il mio volto a quello di Aldo Moro - scrive sulla sua pagina facebook Cirio - nell’immagine delle Brigate rosse sul suo rapimento. Minacce che si aggiungono a quelle rivolte in queste ore a rappresentanti della Giustizia e di altre Istituzioni dello Stato. Qualcuno forse pensa di fermare il Piemonte e i piemontesi con le intimidazioni. Ma, ci ha insegnato Aldo Moro, 'La vera libertà si vive faticosamente tra continue insidie'. E la nostra terra va avanti."

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium