L'Internazionale di Alessio Ghisolfi | 04 ottobre 2020, 09:11

Alluvioni: chi sono i responsabili? Il fallimento della “politica”

Alluvioni: chi sono i responsabili? Il fallimento della “politica”

Da decenni assistiamo alle alluvioni in Piemonte:il copione è sempre lo stesso e non varia di un millimetro.

La devastazione arriva perché la prevenzione non esiste e la politica si dimentica subito delle opere necessarie a porre in sicurezza centri abitati che, dobbiamo dirlo, sono stati storicamente mal costruiti su sponde o negli alvei dei fiumi.

L’investimento strutturale italiano ha fallito e lo dicono bilanci e numeri:si spende solo per ricostruire ma non per prevenire.

Un piano  europeo pero’, forse, potrebbe funzionare:serve una cabina di regia tra gli Stati che possa coordinare un protocollo legislativo comune alle nazioni sul tema della prevenzione dalle alluvioni.

In risposta alla crescente incidenza delle alluvioni, l’UE ha adottato nel 2007 una direttiva in materia. La Corte ritiene che la direttiva Alluvioni abbia prodotto nel complesso effetti positivi, ma l’attuazione delle misure di prevenzione delle alluvioni ha risentito di debolezze riguardanti l’assegnazione dei fondi. Gli Stati membri hanno iniziato l’attuazione dei piani di gestione del rischio di alluvioni, ma sono necessari miglioramenti. Per il futuro, le principali sfide riguardano ancora la necessità di integrare maggiormente i cambiamenti climatici, l’assicurazione contro le alluvioni e la pianificazione territoriale nella gestione del rischio di alluvioni.

Tutto questo non basta.

Serve un immediato piano di spesa, mensile, da parte dei Governi per la sicurezza ovvero un obbligo di intervento economico per una progressione dei lavori e delle infrastrutture.

Subito.

O questi stessi governi, e partiti, cadranno sotto il peso dell’incuria.


Alessio Ghisolfi

Leggi tutte le notizie di L'INTERNAZIONALE DI ALESSIO GHISOLFI ›
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium