/ Politica

Politica | 10 ottobre 2020, 11:14

“Monviso Solidale”, due saviglianesi in pole per il nuovo cda: Gianpiero Piola e Sergio Mondino

Martedì 13 ottobre l’assemblea dei sindaci del consorzio socioassistenziale che comprende 56 Comuni dell’area fossanese, saviglianese e saluzzese è chiamata a rinnovare il consiglio di amministrazione

“Monviso Solidale”, due saviglianesi in pole per il nuovo cda: Gianpiero Piola e Sergio Mondino

È convocata per martedì pomeriggio 13 ottobre a Fossano l’assemblea dei sindaci per l’elezione del nuovo consiglio di amministrazione e del presidente del consorzio socioassistenziale “Monviso Solidale”, che comprende 56 Comuni del Fossanese, Saviglianese e Saluzzese.

Il cda uscente, guidato dal saviglianese Gianpiero Piola, era composto da Paolo Peotta (vicepresidente) e dai consiglieri Claudia Abburà, Margherita Abrate e Piermario Aimetta.

C’è un patto non scritto, che funge da tacita regola da anni fra i tre Comuni capoluogo, che prevede che la guida del consorzio rifiuti spetti a Saluzzo, quello dell’acqua (Alpi Acque) a Fossano e quello dei servizi sociali a Savigliano.

Piola potrebbe essere riconfermato per un’altra tornata, ma il sindaco di Savigliano, Giulio Ambroggio, da quel che risulta, sembra orientato a sostenere Sergio Mondino, in passato già presidente del Consiglio comunale saviglianese.

A Piola è riconosciuta una buona gestione in tempi certamente non facili come gli attuali, che hanno visto acuirsi le nuove povertà in seguito all’emergenza sanitaria.

Tuttavia, questi sconta probabilmente l’ostilità di Ambroggio, del quale era stato competitor nelle primarie del centrosinistra per le comunali del 2017, poi vinte dall’attuale sindaco. 

Determinante a questo punto la posizione dei sindaci di pianura federatisi nell’associazione “Octavia”, i quali – se riusciranno a trovare una convergenza – potrebbero far pesare l’ago della bilancia a favore dell’uno o dell’altro.

La scadenza per il rinnovo era fissata a fine marzo ma, a causa dell’emergenza Covid, era slittata.

L’elezione avverrà secondo i termini previsti dallo statuto con votazione dei 5 membri del nuovo consiglio di amministrazione e, successivamente, con la votazione del presidente, entrambe a scrutinio segreto.
Le candidature sono espresse dai Comuni in base alle regole stabilite, in termini di quote o di numero di amministrazioni comunali minimi necessari per la presentazione.

L’assemblea dei sindaci è presieduta dal sindaco di Verzuolo, Giancarlo Panero, il cui mandato quinquennale è stato rinnovato lo scorso anno.

 

Gpt

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium