/ Attualità

Attualità | 18 ottobre 2020, 11:33

Il monregalese Nicola Berutti fa della sua passione per il motorsport un esempio di solidarietà

Berutti ha scritto un libro sulle sue esperienze sportive il cui intero ricavato sarà destinato alla fondazione per la ricerca sulla fibrosi cistica

Il monregalese Nicola Berutti fa della sua passione per il motorsport un esempio di solidarietà

Un libro per un respiro. Si potrebbe riassumere così l'iniziativa solidale del monregalese Nicola Berutti che, nel corso del lockdown, ha deciso di mettere su carta le sue esperienze nel motorsport e aiutare con la sua autobiografia, "Da grande sarò un potarally", la ricerca sulla fibrosi cistica.

155 pagine per raccontare le sue esperienze, prima come navigatore rally e poi come direttore sportivo per famosi team come Honda e Hyundai nel WTCC e WTCR, con la prefazione di Rachele Somaschini che non ha certo bisogno di presentazioni.

Campionessa italiana rally, classe 1994, la Somaschini porta avanti da anni, come testimonial, la campagna benefica "Correreperunrespiro" per sostenere la ricerca sulla fibrosi cistica, malattia da cui lei stessa è affetta.

 "Da bambino pensando a cosa avrei voluto fare da grande rispondevo che sarei diventato un 'potarally'" – spiega Berutti -"Nel mio personale linguaggio significava pilota di rally. I miei genitori nel 1989, a pochi mesi, mi portarono su una speciale del rally di Limone, la passione per i motori non mi ha mai abbandonato. Dopo essere sceso dal sedile nel 2018 perché gli impegni lavorativi  non mi consentivano più di correre, quest'estate ho ripreso, è stata una grandissima emozione".

Dopo un periodo in giro per i circuiti di tutto il mondo come direttore sportivo e la vittoria del Campionato del Mondo WTCR 2018 con il pilota Gabriele Tarquini e la BRC Racing Team, Nick Berutti ha deciso di dedicarsi alla scuola dove insegna scienze motorie e sportive.

“Anche se non ho fatto il pilota ma il navigatore, direi che ho pienamente realizzato il mio sogno di bambino. E mi sento alquanto fortunato per questo” – continua Berutti – “Nel corso del lockdown ho deciso di raccogliere le mie esperienze su carta e grazie alla mia fidanzata ho deciso di pubblicare il libro e destinare tutto il ricavato alla fondazione per la ricerca sulla fibrosi cistica”.

Su come si raggiungano questi livelli e come si lavori dietro le quinte del palcoscenico del motorsport, Nick Berutti è obiettivo: “Mi sono trovato nel posto giusto al momento giusto e ho colto l’opportunità al volo. Le soddisfazioni sono immense, ma sono rapportate a grandi sacrifici, ti dedichi al 100% al lavoro, al tuo team, non esiste tempo libero o week-end. Per la maggior parte dell’anno sei in trasferta all’estero. Un’esperienza così, però, ti insegna sicuramente a lavorare con persone molto diverse e a gestire la pressione”.

Il libro, il cui intero ricavato dell’autore sarà devoluto alla Fondazione Ricerca per la Fibrosi Cistica Onlus, ha già venduto più di 80 copie ed è disponibili su Amazon e presso la libreria “Banco” di Mondovì al prezzo di 10 euro.

Arianna P

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium