/ Sanità

Sanità | 18 ottobre 2020, 12:17

A Levaldigi, l’ospedale da campo Emt2. Cirio: “Un’eccellenza unica in Italia che potrà essere d’aiuto in questo momento di emergenza sanitaria” (VIDEO e FOTO)

Guidato dal direttore della Maxiemergenza regionale Mario Raviolo e dalla Protezione Civile. La Regione Piemonte è oggi coordinatore europeo per la realizzazione di un ospedale Emt3

A Levaldigi, l’ospedale da campo Emt2. Cirio: “Un’eccellenza unica in Italia che potrà essere d’aiuto in questo momento di emergenza sanitaria” (VIDEO e FOTO)

Inaugurato a Levaldigi il Field Hospital Emt2 della Maxiemergenza guidata dal dottor Mario Raviolo.

L’ospedale da campo modulare, unico in Italia, con certificazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, sarà impiegato in situazioni di emergenza, catastrofi dove si richiedono diversi interventi chirurgici, ma anche in caso di pandemia. “Abbiamo 4 posti di terapia intensiva che abbiamo ritenuto importante allestire perché volevamo garantire il massimo delle cure. Facciamo parte dal meccanismo europeo di Protezione Civile, siamo allertati dalla sala operativa di Bruxelles. Qualora ci fosse bisogno, siamo pronti a partire”. 

“Un’eccellenza - ha aggiunto il presidente della Regione Alberto Cirio - che pone il Piemonte primo in Italia ad avere un ospedale da campo emt2, ce ne sono quattro in Europa e dieci nel mondo. Siamo coordinatori a livello europeo per costruire l’Emt3, un ospedale da campo di livello massimo; ad oggi ce n’è uno in Cina e uno in Israle, il prossimo sarà in Piemonte. Questo perché la prevenzione è fondamentale, l’ospedale sarà un aiuto in più in questo momento di nuova emergenza da Covid-19 che stiamo vivendo in italia e nel mondo”. 

L’ospedale è già stato utilizzato dalla Maxiemergenza per portare aiuto alla popolazione del Mozambico e sarà utilizzato dai 13 membri del team di Mario Raviolo con il coordinamento della Protezione Civile in caso di necessità. 

Presente all’inaugurazione del field hospital anche il presidente della provincia di Cuneo Federico Borgna che ha aggiunto: “Sono contento che oggi sia presentata una struttura così importante a livello internazionale all’interno di questo aeroporto. Oggi sotto tutti i punti di vista la questione delle infrastrutture, se possibile, diventerà ancora più centrale nello sviluppo del nostro territorio. Che una struttura del genere si leghi al nostro aeroporto, testimonia l’eccellenza della nostra provincia”. 

“Vorrei sottolineare la capacità di sinergia di questo territorio - ha concluso il direttore generale Asl Cn1, Salvatore Brugaletta -. Voglio ringraziare un gruppo di persone che gestirà la prima e unica struttura in Italia, credo che onori un territorio intero”. 

Chiara Gallo

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium