/ Attualità

Attualità | 23 ottobre 2020, 09:36

Santa Vittoria d'Alba, una chiave realizzata a mano e una pergamena al maestro Gioachino Chiesa

Il centro roerino ha conferito la cittadinanza onoraria all'artista che ha donato al comune i bozzetti in gesso delle sue opere, ora custodite all'interno della Gipsoteca

Santa Vittoria d'Alba, una chiave realizzata a mano e una pergamena al maestro Gioachino Chiesa

Con una chiave realizzata interamente a mano che riproduce il castello di Santa Vittoria d'Alba ed una pergamena con su la motivazione "per il prestigio conseguito in campo artistico a livello internazionale, l'attenzione, la valorizzazione e la visibilità data al nostro paese con la donazione delle sue opere in gesso" l'amministrazione comunale di Santa Vittoria d'Alba ha conferito la cittadinanza onoraria al maestro Gioachino Chiesa. 

Classe 1937 originario di Santa Vittoria d'Alba, l'artista ha donato i bozzetti in gesso delle sue opere al comune santavittoriese ed ora sono custoditi all'interno della Gipsoteca comunale che porta il suo nome ed è gestita dall'Associazione Anforianus. 

Figlio di un restauratore, inizia sin da piccolo a scolpire fino a completare gli studi presso l'Accademia delle Belle Arti ed iniziare la sua attività artistica negli anni '60 con mostre in Italia e all'estero. Centinaia le opere realizzate e presenti in musei e gipsoteche come quelle dedicate: ai caduti nel cimitero di Bra, ai quattro carabinieri nel cimitero di Volpiano, a Padre Pio a Bra, ed una Via Crucis per la chiesa dell'istituto Ferrero della città di Alba. 

L'evento condotto dal moderatore prof. Valter Manzone nell'area esterna della Gipsoteca comunale santavittoriese si è svolto alla presenza del presidente dell'Associazione Sindaci del Roero Silvio Artusio Comba e di numerosi primi cittadini del territorio, del Presidente Atl Langhe Monferrato Roero Luigi Barbero, del senatore Marco Perosino e del critico Giorgio Barberis docente dell'Accademia delle Belle Arti. 

Il maestro Gioachino Chiesa accompagnato dalla sorella Margherita, sua valida collaboratrice, ha ritirato l'onorificenza ringraziando per il riconoscimento attribuitogli da un comune al quale è davvero molto legato. 

Tiziana Fantino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium