/ Eventi

Eventi | 24 ottobre 2020, 09:14

Tra Giro d'Italia e Fiera del Tartufo... tutti gli appuntamenti (in sicurezza) in questo fine settimana nella Granda

A causa dell’aumento dei contagi da coronavirus, le autorità e i comitati scientifici raccomandano fortemente di limitare gli spostamenti ed evitare qualsiasi tipo di assembramento. Alcuni eventi si svolgono nel pieno rispetto dei protocolli di sicurezza e pertanto il loro svolgimento è stato al momento autorizzato

Il passaggio del Giro nel 2016 in provincia di Cuneo

Il passaggio del Giro nel 2016 in provincia di Cuneo

Eventi, concerti e appuntamenti culturali, per salvaguardare la nostra salute e quella degli organizzatori, sono regolati secondo le norme e le Linee guida della Regione Piemonte in vigore per prevenire il contagio da coronavirus: siamo tutti invitati al rispetto delle regole.

Sulla base dell’ultimo DPCM di ottobre è obbligatorio indossare correttamente la mascherina anche all’aperto; per alcune iniziative, al fine di evitare assembramenti, è necessaria la prenotazione. Se vuoi essere aggiornato eventuali variazioni di programma dipendenti dalle condizioni meteo o alla situazione legata all’emergenza Coronavirus, consulta le pagine Facebook o i siti degli organizzatori.

Altri suggerimenti per trascorrere il tuo tempo libero li trovi su: www.cuneoholiday.com e www.langheroero.it.

Sabato 24 ottobre partirà da Alba la 20° tappa del Giro d’Italia che si correrà interamente in territorio italiano. Passerà per Cinzano, Roreto, Marene, Savigliano, Saluzzo, Staffarda, Cavour, Osasco, Pinerolo, Perosa Argentina, Roreto, Fenestrelle, Pourrieres, Pragelato, Sestriere. Poi ancora: discesa a Cesana Torinese, Sauze di Cesana. Qui si ripeterà il “giro”: di nuovo Sestriere, di nuovo Cesana Torinese, di nuovo Sauze e, infine, arrivo a Sestriere. Ad Alba la manifestazione è chiusa al pubblico e le aree saranno monitorate per evitare assembramenti secondo le normative anti Covid-19. Per tutto il periodo di svolgimento della corsa rimane valido il divieto di assembramento, nel rispetto delle norme anti Covid-19 nelle aree interessate dal passaggio della manifestazione.
Vedi tutte le disposizioni comunali su: www.comune.alba.cn.it
Info: www.giroditalia.it

L’Ecomaratona del Barbaresco e del Tartufo si svolgerà domenica 25 ottobre, con partenza e arrivo ad Alba in piazza Prunotto, nel pieno rispetto delle regole dettate dall’ultimo DPCM. La grande kermesse ideata da Triangolo Sport ha alle spalle edizioni sempre molto positive, con maratona di 42 km e mezza maratona di 21. Il suo progetto è di essere una importante manifestazione sportiva accompagnata dalla valorizzazione dei quattro comuni del Barbaresco: Alba, Barbaresco, Neive e Treiso. I percorsi sono spettacolari e attraversano il parco fluviale del Tanaro e i sentieri Fenogliani, le colline di Barbaresco, il Borgo antico di Neive e le Rocche di Treiso. La partenza è alle ore 9,00 per tutti, sarà possibile un distanziamento tra la maratona e la mezza maratona che verrà comunicato prima del via. Obbligo di mascherina nei primi 500 metri. Il tradizionale convivio finale, per coloro che hanno scelto questa opzione al momento dell’iscrizione, verrà sostituito da un delizioso box pranzo. È richiesto il consumo lontano dall’area stessa evitando assembramenti.
Leggi programma, aggiornamenti ed eventuali modifiche del programma su:  www.triangolosport.it/ecomaratona-del-babaresco-e-del-tartufo-bianco e www.facebook.com/TriangoloSportEventsInLangheMonferratoRoero

Terzo fine settimana per la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba: il Mercato Mondiale del Tartufo il cortile della Maddalena resterà aperto sabato 24 dalle 11.30 alle 19.30 e domenica 25 ottobre dalle 9.30 alle 19.30 con il Mercato del Tartufo e di Alba Qualità, con possibilità di acquistare e degustare tartufi e prodotti tipici. Proseguono i tradizionali appuntamenti con l’enogastronomia ospitati in sala Beppe Fenoglio. Per gli amanti del tartufo non mancherà l’Analisi sensoriale del Tartufo (sabato e domenica alle 11, 15 e 17). Gli enoappassionati sono invitati alla Wine Tasting Experience. Questa settimana è prevista la degustazione “Le tante facce del Nebbiolo” (sabato 24 alle 15.30 e 17.30 in inglese, domenica 25 alle 15.30 e 17.30 in italiano). In programma anche Alba Truffle Bimbi, luogo di divertimento interamente pensato per i bambini che avrà luogo al Palazzo Mostre e Congressi sabato e domenica dalle 11 alle 19, con tre turni di partecipazione. Proseguono i mercati agroalimentari. Il mercato della terra Slow Food si svolgerà sabato 24 e domenica 25 dalle 9 alle 19 in piazza San Paolo, il mercato Cia di domenica 25 dalle 9 alle 19 in piazza San Francesco e, infine il mercato Km0 di Coldiretti, “Campagna Amica”, sarà allestito in piazza Bubbio dalle 9 alle 19. Tutti gli appuntamenti sono organizzati nel rispetto delle disposizioni per prevenire il contagio da coronavirus.
Aggiornamenti e appuntamenti su: www.fieradeltartufo.org

Ad Alba la rassegna autunnale Jazz&Co. targata Milleunanota prosegue sabato 24 ottobre con Filippo Cosentino. Appuntamento alle ore 21 nella chiesa di San Giuseppe in piazza Giovanni Paolo II. Viste le limitazioni imposte dai decreti vigenti, è richiesta la prenotazione scrivendo una mail a milleunanota.alba@libero.it o un messaggio su Whatsapp al 334/7867.028. Sempre sabato confermata la rassegna Music on The Bus. Alle 15 e alle 17 un pullmino elettrico della Bus&Company partirà da piazza Garibaldi ad Alba e si dirigerà alla volta del parco di corso Langhe zona Moretta. Il concerto proseguirà nell’area verde.
Info: www.jazzandcoalba.com e www.facebook.com/JazzAndCoAlba

Per il terzo concerto di Classica, domenica 25 ottobre alle 11 nella Chiesa di San Giuseppe ad Alba, il pianista Mario Panciroli si esibirà in due dei capolavori del repertorio pianistico: la Sonata in mi minore op. 7 di Edvar Grieg e la celebre Quadri di un’esposizione di Modest Musorgskij. L’ingresso ai concerti seguirà le normative vigenti e sarà garantito preferenzialmente su prevendita online o all’ingresso il giorno stesso. Vista la riduzione dei posti a sedere si consiglia vivamente la prenotazione dei posti.
I concerti si tengono nella centralissima Chiesa di San Giuseppe, in Piazzetta San Giovanni Paolo II. Info: www.albamusicfestival.com.

Domenica 25 ottobre dalle 14.30 alle 18.30 Esploratori del tempo è l’attività che unisce il gioco e il sapere studiata dal Museo diocesano di Alba (Mudi) per le famiglie. Cosa si nasconde sotto il pavimento della cattedrale di Alba? I bambini intervenuti lo scopriranno vestendo i panni dei piccoli esploratori, seguendo gli indizi sulla mappa ed esplorando i sotterranei della cattedrale di San Lorenzo per scoprire i tesori custoditi dal Mudi: antiche strade, tracce lasciate dai romani e dalle persone che vissero ad Alba in tempi più o meno antichi, dall’alto Medioevo fino a tutto l’Ottocento. L’attività si svolgerà durante l’intero pomeriggio, dalle 14.30 alle 18 (ultimo ingresso alle 17.45). L’ingresso è in piazza Rossetti alla base del campanile. Il Mudi e il percorso archeologico sono aperti per le visite libere dalle 14.30 alle ore 18.30. È obbligatorio prenotare.
Info: www.visitmudi.it e www.facebook.com/museo.alba.

Sabato 24 e domenica 25 ottobre a Monforte d’Alba è in programma l’appuntamento
con i Grandi Terroir del Barolo, un week-end che invita a conoscere “sul campo” la nuova annata di uno dei più grandi vini del mondo. Il programma della due giorni prevede banchi d'assaggio alla presenza diretta delle cantine ed esclusive degustazioni guidate: una formula sperimentata in passato e gradita agli enoappassionati. Dalle ore 11.00 alle 19.00 presso Palazzo Martinengo. Info: www.gowinet.it e www.facebook.com/GoWineIT

Domenica 25 ottobre appuntamento nei castelli di Langhe e Roero, con le visite narrate® dagli antichi abitanti dei castelli: storia, leggende e tradizioni di una terra antichissima! Al termine dei percorsi narrati di visita, spazio anche alle degustazioni di vini.
Questa domenica toccherà al Castello di Monteu Roero, al Castello di Sanfrè, e per l’occasione, anche il Museo della Battaglia di Ceresole d’Alba sarà visitabile attraverso il format della “visita narrata®.
Nel Castello di Monteu Roero, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18 la visita permetterà ai visitatori di immergersi nell’atmosfera antica e suggestiva del castello, ambientandola negli anni ricchi di litigi interni nella famiglia dei Roero, l’ultimo dei quali, nel 1663, portò alla completa ristrutturazione della cappella gentilizia da parte di Michele Roero di Monteu, incontrando l’ostilità del conte Galeazzo Roero.
Al termine della visita sarà possibile degustare vini dei produttori di Monteu Roero.
Nel Castello di Sanfrè, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18 (partenze ogni 45 minuti circa): a pochi km da Bra e da Carmagnola, si verrà guidati attraverso il giardino fino al salone dove venivano ospitati i Duchi di Savoia con alcova, stucchi e affreschi di fine ‘500.
Al termine della visita sarà possibile degustare vini della Cantina Sicca Vini di Sanfrè.
Nel Museo della Battaglia di Ceresole d’Alba, dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18  la visita narrata avrà luogo nella Ceresole d’Alba del 1544. Il Piemonte è attraversato dagli eserciti spagnoli e francesi che si contendono il predominio sull’Italia del nord. Francesco di Borbone, conte di Enghien, e Alfonso d’Avalos si affrontano in uno scontro cruento, con gli italiani che militano in entrambi gli schieramenti. La vittoria dei francesi sconvolgerà la vita quotidiana degli abitanti del borgo.
La visita narrata per il Museo della Battaglia di Ceresole d’Alba è gratuita.
Info: www.turismoinlanga.it/it/narrar-castelli-vini-2020

A Cuneo aprirà sabato 24 ottobre la nuova mostra d’arte presso il Complesso Monumentale San Francesco, intitolata “E Luce fu”. Un insieme di quattro installazioni che, come si può evincere dal titolo, riguardano la tematica della luce nella storia dell’arte. Organizzato dalla Fondazione CRC in collaborazione con il Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, l’evento espositivo si propone di far camminare il fruitore in una sorta di viaggio nel tempo artistico, per tracciare una cronologia dell’uso nella luce nell’arte contemporanea.

L’installazione più vecchia ospitata dal Complesso, nel cuore della navata centrale, è “Feu d’artifice”, realizzata da Giacomo Balla nel 1917 (ricostruita da Elio Marchegiani per una mostra tenutasi a Rivoli nel 1997). Si tratta di un’opera monumentale e coloratissima, in cui la luce danza sulle note di Stravinskij, che compose una partitura di tre minuti appositamente per quest’opera. Un lavoro straordinario per un artista straordinario, tra i più importanti esponenti del Futurismo di inizio ‘900, all’interno del quale certamente rientra “Feu d’Artifice”.

L’esposizione, a ingresso gratuito, resterà aperta al pubblico fino a domenica 14 febbraio, dal martedì al sabato dalle 15.30 alle 18.30, la domenica dalle 10.30 alle 18.30. Nella giornata di sabato 24 ottobre sono previste visite inaugurali per gruppi di massimo venti persone alle ore 10.30, 11.30, 15.30 e 16.30: prenotazioni su  www.fondazionecrc.it
Info: www.comune.cuneo.it

Questo fine settimana è in programma il secondo appuntamento delle Giornate Fai d’Autunno. Sabato 24 e domenica 25 ottobre sarà possibile visitare il Castello della Manta e il Castello Reale di Casotto.

Il Castello della Manta è una fortezza che nel suo salone baronale custodisce una delle più stupefacenti testimonianze della pittura tardogotica profana, ispirata ai temi dei romanzi cavallereschi. Appuntamento sabato e domenica dalle 10 alle 18, durata della visita 45 minuti. Si consiglia di indossare scarpe comode. Il parcheggio dista dieci minuti a piedi dall'ingresso del Castello. Le sale, gli affreschi e le persone che lo hanno abitato nei secoli, tutto diventa racconto e la visita si trasforma in un salto indietro nel tempo. Speciale week end: una buona mela da gustare sarà donata dall’Azienda Lagnasco Group a tutti i visitatori.

Il Castello Reale di Valcasotto è nascosto fra i boschi a più di 1000 metri d'altezza: era un monastero certosino acquisito dai Savoia e trasformato in castello di caccia da Carlo Alberto. La dimora non fu mai luogo di rappresentanza ma di svaghi esclusivamente privati: qui Vittorio Emanuele II, il re cacciatore, organizzava imponenti spedizioni venatorie e la principessa Maria Clotilde trascorreva l'estate. Ancora oggi, frammenti della vita di corte emergono dalle camere da letto con arredi originali e dalle cucine del re, illustrati dai narratori del Gruppo FAI Giovani di Cuneo in un percorso che ne racconta storia, arte e curiosità. Turni di visita ogni 30 minuti. Durata visita 1 ora. Possibilità di parcheggiare in borgata Valcasotto e percorrere a piedi "Il sentiero del Re": 3 km. di strada sterrata fra i boschi della vallata, passando per la cappella di San Rocco.

Info e prenotazioni: www.fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/giornate-fai-autunno

Pian Munè, stazione invernale a capitale pubblico ed oramai affermata località turistica di Paesana prosegue la sua attività nel rispetto della sicurezza dei suoi clienti.
Anche questo fine settimana ad attendere i palati più ghiotti ci sono sempre i piatti della tradizione locale e le polente. Il tutto da oggi accompagnato da una carta dei vini tutta rinnovata, come sempre attenta al territorio ed ai nettari locali. Disponibili ad aiutare chi lo desideri ad organizzare ogni occasione, anche per la festa di compleanno, sempre in sicurezza con i tavoli per un massimo 6 persone ed il dovuto distanziamento di 1 metro tra non congiunti. Per maggiori informazioni e per scoprire tutte le promozioni per la stagione invernale vai sul sito: www.pianmune.it

A Busca sabato 24 ottobre, alle ore 21,15 al Teatro Civico è in programma il concerto della Rassegna internazionale “Musicaè” 2020 XVI Stagione artistica dal titolo “Ricordando Pavese” con Maria Claudia Bergantin soprano, Ancuza Aprodu pianoforte. L’evento, curato dall’associazione culturale Amici della musica di Busca, insieme con la Città di Busca, avviene nell’osservanza del corretto distanziamento del pubblico e delle norme di sicurezza sanitaria legate alla pandemia da Covid19.  L’ingresso è libero con precedenza ai soci.
Prenotazione obbligatoria. Info: www.comune.busca.cn.it

Sabato 24 ottobre si inaugura MondovìMusica, la stagione di concerti della Città di Mondovì in collaborazione con l’Academia Montis Regalis.
Quest’anno l’attività è inevitabilmente condizionata dall’emergenza sanitaria in corso, che impone il rispetto di rigidi protocolli di sicurezza nell’organizzazione di eventi con la presenza di pubblico.
Sabato alle 16.30, a Mondovì nella Sala Ghislieri, il cembalista Fabio Bonizzoni eseguirà con l’Orchestra giovanile dell’Academia Montis Regalis musiche di J.S. Bach, G. Muffat ed H. Purcell. Info: https://academiamontisregalis.it/concerti/il-grande-repertorio-tedesco




Bruna Aimar

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium