/ Attualità

Attualità | 27 ottobre 2020, 20:11

Varato il "Decreto Ristori", Conte: “Il contributo a fondo perduto arriverà in automatico sui conti correnti, importi raddoppiati rispetto a quelli previsti dal Decreto Rilancio”

Decreto dal valore totale di oltre 5 miliardi di euro per sostenere bar, ristoranti, palestre, piscine e le altre categorie economiche interessate dalle misure restrittive dell'ultimo Dpcm. Entro metà novembre i bonifici in arrivo dall'Agenzia delle Entrate

Varato il "Decreto Ristori", Conte: “Il contributo a fondo perduto arriverà in automatico sui conti correnti, importi raddoppiati rispetto a quelli previsti dal Decreto Rilancio”

Un decreto dal valore di 5 miliardi di euro è quello varato questa sera dal Consiglio dei Ministri. Saranno utilizzati per dare risorse immediate alle categorie degli operatori economici e dei lavoratori interessati dalle misure restrittive del Dpcm del 25 ottobre. Bar, ristoranti, piscine, palestre sono tra i soggetti che potranno beneficiare dei nuovi contributi in arrivo direttamente sui propri conti correnti. 

“I contributi arriveranno in automatico dall'Agenzia delle Entrate nei prossimi giorni direttamente sui conti correnti. Confidiamo che entro metà novembre chi aveva già aderito alla prima edizione del contributo a fondo perduto potrà riceverli - ha spiegato in conferenza stampa il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte -. Subito dopo anche gli altri”. 

Raddoppiato l’importo previsto dal primo Decreto Rilancio: "Un grande ristorante che ne aveva ottenuto 13 mila con il Decreto rilancio - ha specificato Conte -  ne potrà ricevere sino a 26 mila, una piccola palestra che aveva ricevuto 2 mila euro, ne potrà ricevere 4 mila”. 

Oltre a questi contributi nel Decreto Ristori le categorie interessate potranno ottenere altre misure che il Presidente del Consiglio ha brevemente riassunto: “Un credito d’imposta per gli affitti commerciali per i mesi di ottobre, novembre e dicembre, l’esenzione della seconda rata Imu in scadenza il 16 dicembre, la sospensione dei versamenti contributivi per i lavoratori nel mese di novembre, l’indennità specifica per i lavoratori del settore dello spettacolo e del turismo pari a mille euro ciascuno, un fondo da 100 milioni per il sostengo della filiera agricola e del settore Oreca. Per il settore agricolo cancellata la rata di novembre dei versamenti dei contributi per i lavoratori”. 

"Per noi non ci sono lavoratori di serie A o B, per evitare che la curva ci sfugga dobbiamo ridurre le occasioni di socialità - ha aggiunto il premier - Se rispettiamo queste regole possiamo affrontare dicembre con una certa serenità senza avere un sistema sanitario sotto stress e allo stremo". 

“E’ un decreto fatto in tempo record che mobilità una massa consistente di risorse e che è contrassegnato da semplicità, rapidità ed efficacia - ha aggiunto il ministro Roberto Gualtieri -. Sarà erogato senza fare domanda alle oltre 300 mila aziende impattate dal Dpcm e che lo avevano avuto in precedenza. Contiamo di avere tutti i bonifici fatti dall’Agenzia delle Entrate entro metà novembre. Gli esercenti avranno un multiplo superiore alle risorse che hanno avuto la prima volta (del 150%, 200% e in qualche caso anche 400%). Gli importi sono significativi rispetto a quelli in precedenza erogati. Un meccanismo semplice e rapido anche per chi non aveva avuto il contributo a fondo perduto".

"In parallelo - ha concluso Gualtieri - abbiamo reintrodotto il contributo per gli affitti per tre mensilità, estendendo alla fascia superiore ai 5 milioni di euro di fatturato, abbiamo introdotto 

l'eliminazione della rata Imu, la sospensione dei contributi previdenziali. Ci sono poi sei settimane di cassa integrazione che consentiranno a tutti di non avere periodi vuoti, nella legge di bilancio stanzieremo le ulteriori risorse per le 18 settimane aggiuntive complessive che avevamo annunciato. Ci sono poi misure specifiche come l'indennità dei lavoratori per i settori del turismo e dello spettacolo, due mensilità di reddito di emergenza, le indennità per lo sport dilettantistico e le misure a sostegno del settore del turismo, alberghi, taxi, Ncc, sono previsti nel contributo a fondo perduto. Si rafforza il fondo emergenza cinema e spettacolo, guide turistiche, imprese e istituzioni culturali. Inoltre, ci sono delle misure per consentire la somministrazione di 2 milioni di tamponi antigienici rapidi a novembre e dicembre, altre risorse stanziate anche per la sorveglianza sanitaria e per la Dad". 

“Ringrazio gli imprenditori, ristoratori, baristi tutti coloro che ci dicono che ce la faremo - ha concluso il ministro Stefano Patuanelli - ma voglio ringraziare anche chi ha protestato in piazza perché segnalano la voglia degli italiani di continuare a produrre e a dare lavoro. i pubblici esercizi hanno fatto il massimo per garantire la sicurezza ai cittadini che godevano dei propri servizi. Purtroppo dobbiamo fare delle piccole limitazioni per non portare il paese al lockdown, non possiamo tornare a quello. Dovevamo far arrivare immediatamente sui conti correnti degli imprenditori dei soldi veri. Una ripetizione del bonifico, ma con coefficiente moltiplicativo per tutti quei settori chiusi completamente”.  

 

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium