/ Eventi

Eventi | 28 ottobre 2020, 10:31

Il Covid-19 non ferma il Porro Cervere che cambia formula in un'edizione del tutto speciale

La grande novità sta nel modo in cui la Pro Loco Amici di Cervere ha reinterpretato la formula tradizionale, dando vita ad un servizio porta a porta che sarà molto più di un semplice “delivery”

Il Covid-19 non ferma il Porro Cervere che cambia formula in un'edizione del tutto speciale

La fiera del Porro Cervere cambia formula e per il 2020 diventa in tutto e per tutto una “edizione speciale”.

Da mesi l’organizzazione della nota kermesse cerverese ipotizzava soluzioni alternative che potessero preservare, se non la forma, almeno la sostanza dell’esaltazione di un ortaggio che da 40 anni caratterizza l’evento.

Come annunciato non ci sarà il famoso Palaporro e tantomeno il mercato gastronomico. La Pro Loco Amici di Cervere e il Consorzio per la Tutela e Valorizzazione del Porro Cervere, con il coordinamento dell’Amministrazione Comunale, hanno studiato una soluzione che consentirà alla tradizione di proseguire in altra forma ma, senza rinunciare alle emozioni che ogni anno caratterizzano il novembre cerverese.  

Permangono le date tradizionali: dal 7 al 23 novembre; anche se la formula sarà, per quest’anno, del tutto nuova.

Così il sindaco di Cervere, Corrado Marchisio, introduce il progetto: “L’edizione 2020 del nostro tradizionale evento sarà del tutto particolare poiché dovremo rinunciare ai cardini della Fiera, alla possibilità di ritrovarci l’uno affianco all’altro in quella che è sempre stata una grandissima festa di comunità. Ma questo non ci ha mai fatto arretrare, perché rendere onore all’evento è qualcosa che dobbiamo sia a chi verrà dopo di noi, sia a chi per 40 anni ha tenuto alto il nome del Porro Cervere”. E continua: “Se non potremo ospitare migliaia di persone alla nostra tavola, quindi, quest’anno andremo noi sulle tavole di chi vorrà aprirci le porte. Così come la grande distribuzione faciliterà l’approvvigionamento del Porro Cervere in queste settimane, grazie al lavoro del Consorzio, allo stesso modo un innovativo servizio ideato ed organizzato dalla nostra Pro Loco Amici di Cervere ci consentirà di restare “distanti ma uniti”. Uniti davvero. Non possiamo ancora svelare tutti i dettagli, ma la si chiami pure “Edizione Speciale”, perché così sarà e siamo estremamente orgogliosi di quello che, insieme, stiamo costruendo”. E conclude: “Quello che vogliamo portarvi assieme al Porro Cervere è una speranza, un momento di serenità nel mezzo di una tempesta che coinvolge inevitabilmente tutti. Siamo impegnati assieme ai nostri produttori, i nostri ristoratori ed i nostri commercianti a costruire sul Porro Cervere un trampolino verso un 2021 che tutti speriamo nuovo, diverso, liberatorio. Il Porro Cervere è un appuntamento che da 40 anni unisce l’intera provincia: è questo il messaggio che vogliamo preservare, è questo quel che vogliamo portare nelle case di ognuno di voi”.

Già da tempo, grazie al consorzio, il Porro Cervere può essere acquistato sia presso la grande distribuzione che presso i rivenditori locali. “La qualità di questa annata è di altissimo livello - esprime la nota - e le vendite stanno confermano in pieno l’apprezzamento per questa eccellenza”.

“Il lavoro di accreditamento verso la grande distribuzione organizzata che il Consorzio ha perseguito fin dal 2005 con un processo di crescita costante, è stato di fondamentale importanza ed oggi ci consente una presenza capillare su gran parte del territorio nazionale attraverso i punti vendita di uno dei canali più importanti per raggiungere direttamente il consumatore. - Spiega Giorgio Bergesio, Presidente del Consorzio per la Tutela e la Valorizzazione del Porro Cervere - "È stato un percorso sofferto all’inizio ma che oggi ci può dare una grande soddisfazione. La soppressione delle sagre e fiere sia di carattere locale che nazionale non ci permette più di avere la presenza fisica del produttore che vende direttamente il prodotto. È fondamentale superare questo periodo di pandemia con canali distributivi sicuri che ci permettono di raggiungere altrettanto capillarmente il consumatore finale. Da quest’anno i porri del Consorzio si possono acquistare oltre che nei supermercati del gruppo Dimar in Piemonte e Liguria, anche nei supermercati di Conad, Crai, Prestofresco, con risultati soddisfacenti e questo è sicuramente positivo e rassicurante per il futuro di un prodotto che genera lavoro per quaranta famiglie Cerveresi. Un efficiente servizio di trasporto ci consente anche di effettuare consegne a domicilio per chi lo desidera”.


Il presidente Pro Loco, Giovanni Rinero: “Non possiamo ancora entrare nei dettagli, ma lo faremo molto presto. Siamo però estremamente orgogliosi di quel che stiamo costruendo, perché lo facciamo nel massimo rispetto delle restrizioni e, soprattutto, lo facciamo con il cuore in mano per portare un attimo di conforto nelle case di tutti i nostri “amici”. In ogni passaggio di questi mesi di pianificazione abbiamo pensato ai tanti e tanti volti che in questi anni sono venuti a tavola con noi, scambiando risate e momenti indimenticabili. Tutto ciò non andrà perduto: non saremo fianco a fianco, ma è come se lo fossimo. Perché se almeno un metro ci deve dividere, almeno un Porro Cervere ci deve poter unire. E così sarà!”.

Tutti i dettagli di questa edizione speciale saranno enunciati nei prossimi giorni sul sito www.fieradelporrocervere.it e sui canali Instagram e Facebook del Porro Cervere.

MP

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium