/ Attualità

Attualità | 28 ottobre 2020, 16:34

Numero di positivi per abitanti, Cuneo è maglia nera del Piemonte

A quota 473 i casi registrati in città, dove si ricominciano a registrare anche alcuni decessi. Il Trovarobe di sabato spostato in piazza Galimberti. Annullate le cerimonie religiose nei cimiteri e le commemorazioni civili del 2 e 4 Novembre

Una veduta di Cuneo

Una veduta di Cuneo

Si è riunito anche oggi (mercoledì 28 ottobre) il Centro Operativo Comunale attivo presso il municipio di Cuneo.
"La situazione – si fa sapere a proposito dal Comune – continua a essere di massima allerta, anche nel capoluogo. I numeri dei contagi negli ultimi giorni confermano un trend in costante crescita, in città sono 473 le persone attualmente positive al Coronavirus, 255 quelle in isolamento (dati aggiornati a ieri, martedì 27 ottobre). Purtroppo si ricominciano a registrare anche alcuni decessi causati dal Covid. In base ai numeri attuali, la città di Cuneo registra 8 persone positive ogni 1.000 abitanti, che corrisponde alla percentuale più alta tra tutti i capoluoghi di provincia del Piemonte".

Tenuto quindi conto del peggioramento della situazione il Comune fa ancora sapere che il “Trovarobe”, mercato dell’antiquariato e del modernariato inizialmente previsto per sabato 31 ottobre sotto i portici di piazza Europa, sarà spostato in piazza Galimberti i cui spazi più ampi garantiscono un maggior distanziamento e quindi più sicurezza.
L’ordinanza verrà firmata nelle prossime ore, ma l’impegno dell’Amministrazione Comunale è di fare il possibile per tornare, già dal prossimo mese, a ospitare il mercato nella zona alta della città.

Inoltre, in vista della festività di Ognissanti e in accordo con la Diocesi di Cuneo, domenica 1° novembre nei cimiteri urbani del capoluogo e delle frazioni non verranno svolte cerimonie religiose, i cimiteri rimarranno comunque regolarmente aperti dalle 7.30 alle 18.30 (dal 3 novembre l’orario sarà 8-17.30). L’invito ai cittadini, anche in questo caso e come sempre, è di evitare assembramenti, mantenere le distanze e indossare sempre la mascherina.

Si segnala ancora che, come da circolare inviata alle Prefetture dal Gabinetto del Ministero dell’Interno, sono annullate le cerimonie del 2 e 4 Novembre. Sui luoghi delle celebrazioni saranno posate le corone e i fiori, ma non ci saranno momenti di commemorazione ufficiale.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium