/ Al Direttore

Al Direttore | 31 ottobre 2020, 10:10

"Il ristoro può essere un indennizzo, ma volte anche una bevanda calda o un panino in area di servizio"

Riceviamo e pubblichiamo

"Il ristoro può essere un indennizzo, ma volte anche una bevanda calda o un panino in area di servizio"

Gentile Direttore,

in questi giorni di semi lockdown si fa un gran parlare di ristori, tardivi, inadeguati alla perdita economica di diverse categorie del tessuto economico, penalizzati dalla pandemia. Queste han sostenuto costi, si sono adeguati e adesso devono chiudere alle h 18: ci sarà una loro riapertura o chiuderanno definitivamente? Ai posteri o meglio alla fine della pandemia l’ardua sentenza.

Il ristoro, o meglio l’area di ristoro è per una categoria, l’autotrasporto, una sosta in cui fermarsi, mangiare, espletare i bisogni fisiologici oppure fare le pause previste per legge o dedicarsi un minimo di interazione sociale con colleghi e amici. La chiusura alle 18 di cui sopra abbiamo accennato riguarda anche una serie di esercizi commerciali, bar, ristoranti, tavole calde che rappresentavano per i nostri autisti una meritata fermata in un posto accogliente e sicuro. Il lockdown è vero ha mantenuto aperti gli autogrill (difficile trovarli aperti sulla Torino Savona fino a Mondovì almeno) ma il nostro trasporto è locale, nella provincia Granda, che è chiamata così perché è estesa, vasta, difficile da raggiungere.

La Fai Cuneo a questo proposito ha richiesto in queste ore al Governatore della Regione Piemonte dott Alberto Cirio di fare il possibile per tenere in considerazione il significato che il termine ristoro (e la sua mancanza a questo punto dalle 18 alle 5) ha nel vocabolario dell’autotrasporto, settore  escluso dagli indennizzi sopra citati perché continua a lavorare anche adesso a pieno regime (spesso con tariffe al ribasso e ai limiti della sicurezza). Spesso non si considera cosa potrebbe succedere se anche questa categoria, ritenuta negli encomi strategica ma di fatto trattata come semplice vettore dei nostri prodotti, decidesse di fermarsi anche lei, ad esempio dalle 18 alle 5? Cosa troveremmo al mattino sugli scaffali?  Cosa spedirebbero le nostre aziende in tutto il mondo?

Il ristoro può dunque essere, abbiamo riscoperto un indennizzo, ma volte  anche una bevanda calda o un panino in area di servizio. Già a marzo il presidente Mairone aveva richiesto senza risposte tende da campo per alleviare e proteggere in sicurezza il lavoro degli autisti, i quali non credo siano disposti nuovamente ai medesimi sacrifici invano.

Grazie,

FAI Cuneo

Al Direttore

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium