/ Attualità

Attualità | 09 novembre 2020, 15:03

Peveragno, continuano a salire i Covid-positivi: attenzione massima sulla casa di riposo "Don G. Peirone"

"E' il momento di essere responsabili, limitare al massimo i contatti e cercare di proteggere le fasce più deboli della popolazione per evitare un ulteriore aumento del rischio per la comunità"

Foto di repertorio

Foto di repertorio

Continuano a salire i Covid-positivi del territorio di Peveragno: secondo l'ultimo aggiornamento realizzato dall'ente comunale il conteggio ha raggiunto negli ultimi giorni quota 107 delle quali quasi la metà è ospite di case di riposo.

"Abbiamo persone positive ultrasettantenni anche nelle famiglie, e quindi il rischio di avere prima o poi qualcuno che sviluppa sintomi gravi è più che mai elevato - si legge nel post apparso sulla pagina Facebook del Comune - . E' il momento di essere responsabili, limitare al massimo i contatti e cercare di proteggere le fasce più deboli della popolazione per evitare un ulteriore aumento del rischio per la comunità. E' una responsabilità che dobbiamo spiegare bene anche ai nostri ragazzi, troppo spesso si vedono ancora gruppetti di adolescenti che non rispettano le distanze interpersonali e non usano le mascherine. Devono capire che la loro negligenza può causare danni ad altre persone, e invitiamo quindi tutte le famiglie a fare uno sforzo in tal senso".

- LA SITUAZIONE DELLA CASA DI RIPOSO "DON G. PEIRONE"

Focus più che mai centrato sulla casa di riposo "Don G. Peirone" dove, come la stessa amministrazione aveva ricordato la scorsa settimana, la maggior parte del personale sanitario era stato riscontrato positivo a fronte invece di uno stato di salute sostanzialmente positivo degli ospiti: "Le loro condizioni vengono monitorate con attenzione lungo tutta la giornata, per sapere cogliere subito una eventuale insorgenza di sintomi. Un grazie particolare ai tre medici di famiglia che stanno seguendo da vicino la situazione: Annalisa Amati, Davide Preve, Massimo Luchino, che stanno gestendo la situazione con grande attenzione e tempestività".

A preoccupare, ovviamente, la mancanza di personale. In merito l'amministrazione ha tentato di reperirne di nuovo per tamponare la situazione: "Possiamo dire di avere spostato il rischio di evacuazione della struttura di alcuni giorni, sperando che gli operatori oggi negativi lo rimangano ancora per un po'".

Nella giornata di oggi (lunedì 9 novembre) si è aggiunto al personale un gruppo di volontarie del Soccorso Radio del Collegamento Provinciale Protezione Civile Provincia Granda: "Due volontarie si sono dedicate all'assistenza ospiti in affiancamento alle OSS, una ha lavorato in cucina e un'altra ha collaborato alle videochiamate, utili per ridare un briciolo di contatto fra i nostri ospiti e i loro famigliari. Domani alcune di loro torneranno ancora a darci una mano".

"Un grande grazie a queste persone che, quando c'è da dare una mano, non si tirano indietro, e un grazie al dottor Giovanni Milano che è riuscito a portarci questo preziosissimo supporto. E infine un grande ringraziamento va al personale che opera in casa di riposo in questo momento. Sono rimasti in pochi, fanno turni pesantissimi da molti giorni, e sono ovviamente messi a dura prova, ma non mollano. Grazie, a nome di tutta la comunità peveragnese".

simone giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium