L'Internazionale di Alessio Ghisolfi | 09 novembre 2020, 19:02

Economia: Biden influenzerà la Brexit?

Fondamentale trovare un accordo tra Regno Unito e Unione Europea, molto più fondamentale oggi nel panorama geopolitico dettato dalla pandemia globale.

Economia: Biden influenzerà la Brexit?

Il 15 novembre potrebbe essere la data cruciale per consentire ai sudditi di sua maestà di negoziare una buona uscita definitiva della Gran Bretagna dai trattati europei prevista a inizio 2021.

Boris Johnson e la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen stanno tentando ragionamenti giuridico economico che sembrano avere una radicale, quanto naturale, provenienza ed estrazione. E la dottrina non depone a favore di un accordo diplomatico. Il disegno di legge voluto dal Premier inglese agevola la possibilità tecnica di contestare a posteriori l’accordo con la UE. Il rischio è andare a sbattere, violando i cardini del diritto internazionale.

Ma la vera partita potrebbe giocarsi ad opera di un terzo player: il nuovo Presidente degli Stati Uniti. Il prossimo capo di stato americano aveva già criticato l’Internal Market Bill, sostenendo chiaramente come ogni futuro accordo tra gli States e UK avrebbe dovuto essere legato alla spinosa questione del coordinamento della pace in Irlanda del Nord, strettamente legata a un confine con la Repubblica d’Irlanda. 

Thatcher-Reagan, il neoliberismo insegnano quanta sia l’influenza internazionale dell’america e l'uscita di scena di Trump rimette in discussione le trattative Brexit. Di origini irlandesi, Joe Biden non sarebbe intenzionato a negoziare alcun  patto commerciale con Londra se la Brexit minaccerà la pace in Irlanda del Nord.


Alessio Ghisolfi

Leggi tutte le notizie di L'INTERNAZIONALE DI ALESSIO GHISOLFI ›
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium