ELEZIONI COMUNE DI CUNEO
 / Attualità

Attualità | 10 novembre 2020, 10:44

Cuneo, presentato il nuovo Documento Unico di Programmazione: oltre 10 milioni e 500mila euro di investimenti previsti per il 2021

La commissione dedicata si è tenuta ieri (9 novembre); Manassero: "Il DUP ci permette di illustrare la direzione che vogliamo dare alla città. Programmare i prossimi anni in un momento come quello attuale è difficile, ma emergenza e visione del futuro devono essere piani di lavoro diversi senza essere separati"

Il municipio di Cuneo

Il municipio di Cuneo

10.523.760,79 euro: ammontano a questa cifra gli investimenti previsti dal Documento Unico di Programmazione della città di Cuneo per l’anno 2021. Contestualmente sono stati previsti mutui per 1 milione di euro, trasferimenti per 1,5 milioni e alienazioni per 3,8 milioni; gli oneri previsti si attestano su 1 milione e 754mila euro mentre i leasing su 2 milioni e 80mila euro.

Le specifiche del documento sono scaricabili dal sito internet comunale.

Il DUP – documento approvato a fine settembre dalla giunta che parte dal programma del sindaco eletto e ne riunisce tutti gli aspetti identificando le intenzioni dell’amministrazione in carica - è stato presentato nella serata di ieri (lunedì 9 novembre) alla I^ commissione consiliare; la sua discussione precede quella sul bilancio vero e proprio.

Il DUP illustra le previsioni di spesa e di programmazione permettendo una lettura della distribuzione delle spese – ha sottolineato il vicesindaco Patrizia Manassero, passando in rassegna i vari punti del DUP - . Ci permette insomma di ragionare sulla città attuale e su dove abbiamo intenzione di portarla. In quello 2021-2023 spiccano soprattutto le manutenzioni del patrimonio pubblico e l’installazione del nuovo piano di illuminazione pubblica oggetto di una recente commissione dedicata, così come gli interventi relativi all’Agenda Urbana e al Piano Periferie, che sono nel clou della realizzazione; molto attesi dalla popolazione anche gli interventi sulla rimozione delle barriere architettoniche e l’installazione dei passaggi pedonali rialzati”.

In un periodo come quello attuale parlare di programmazione significa, con grande sforzo, portare a compimento progetti e mantenere servizi necessari a fronte di un’emergenza strettissima. Entrambi i contesti sono da affrontare; si lavora su piani diversi ma non separati, utilizzando in modo positivo le criticità così da mettere a frutto esperienze e nuove soluzioni procedurali per risolvere l’emergenza ma, allo stesso tempo, renderle utili per il futuro” ha concluso il vicesindaco.

- GLI INTERVENTI URBANI

Alcuni assessori hanno poi realizzato un focus sugli interventi di propria specifica competenza. A parlare di Piano Frazioni, Piano Periferie e attraversamenti pedonali ci ha pensato Luca Serale.

La necessità di installare attraversamenti pedonali rialzati è già stata affrontata nell’annata corrente con lo stanziamento di 110mila euro per 25 interventi sviluppatisi sia sull’Altipiano che sulle frazioni, un’iniziativa che ha avuto ottimo successo, testimoniato anche dal susseguirsi di segnalazioni e richieste della cittadinanza: nel DUP viene stabilita la necessità di attivare nuove risorse per nuovi interventi, che saranno presto oggetto di una commissione specifica” ha detto l’assessore.

Il tema del Piano Frazioni è tornato alla ribalta da un anno circa, dopo il lavoro di realizzazione del dossier comprensivo delle priorità delineate da ogni frazione fatto assieme ai vari comitati; nonostante il momento difficile e complesso, è un lavoro che ci proponiamo di portare avanti – ha aggiunto - . Stanno anche proseguendo i lavori del Piano Periferie. Dal 20 settembre è attivo il cantiere del parco Ferruccio Parri e a giorni partirà l’intervento sull’asse rettore, che completerà le iniziative su quell’area con il rifacimento completo di una delle vie d’accesso della città. Quest’altro intervento durerà circa 1 anno, in attesa degli interventi sulla caserma Montezemolo”.

- I FABBRICATI E LE STRUTTURE

A pesare sul futuro bilancio comunale, come indicato dal vicesindaco, saranno soprattutto le manutenzioni: “Continuiamo a cercare finanziamenti esterni che permettano di dare maggior respiro al bilancio – ha sottolineato in merito Mauro Mantelli - e presto arriverà al termine la costruzione della scuola dell’infanzia di Cuneo 2, esempio di come si può operare nel settore in modo innovativo. Sono in programma altri due interventi di manutenzione straordinaria che derivano da finanziamenti regionali e verranno affrontati nella prossima estate, uno sull’asilo nido di via Silvio Pellico e uno sulla scuola materna comunale di via XXVIII Aprile (in estate interventi specifici di manutenzione straordinaria)”.

"Recentemente è poi stata inviata la richiesta perché nel DUP e nel bilancio ci sia uno stanziamento per il progetto “Scuola al centro”, che si propone di rendere operativa ed effettiva la realizzazione delle piazze scolastiche e che dovrebbe partire con un intervento davanti all’asilo nido di via Silvio Pellico e di Madonna dell’Olmo – ha proseguito - . La scuola sta vivendo, con il fenomeno Covid, un periodo di particolare sofferenza e da cui rischia di uscire con intere fasce di età che, per un paio d’anni, non si troveranno nelle condizioni di avere un insegnamento utile ed eguale; l’azione degli uffici guarda quindi al rafforzamento delle strutture scolastiche”.

L’assessore Franca Giordano ha integrato l’intervento di Mantelli sul tema scuola: “Sin dalla scorsa estate stiamo lavorando in grande sinergia, anche con gli assessori Dalmasso e Clerico, prima per assicurare la partenza dell’anno scolastico e ora per cercare di continuare ad assicurare il servizio nonostante le interruzioni per cause di forza maggiore – ha detto - . Purtroppo non ci sono soluzioni immediate; ovunque si possa intervenire, però, lo faremo”. Giordano ha poi sottolineato come si stiano dando disposizioni per una nuova chiusura dei centri d’incontro per anziani: “Portare avanti le attività in forma ridotta come si era fatto da settembre risulta attualmente impossibile”.

L’assessore Mantelli ha poi concluso ricordando che, in merito alla caserma Montezemolo, è stato affidato l’incarico progettuale ma i lavori sono attualmente in stop a causa delle restrizioni legate al “lockdown light”: “Sono sicuro si riusciranno a contattare, almeno da remoto, i professionisti coinvolti per capire come portare avanti la progettazione e le identificazioni delle destinazioni d’uso dei fabbricati”.

- LE CRITICHE DEI CONSIGLIERI

Le critiche più generali dei consiglieri intervenuti nel dibattimento che ha seguito l'illustrazione del DUP hanno lamentato un'impressione di scarsa attinenza alla situazione sanitaria attuale: "La programmazione ha uno sviluppo triennale ed è iniziata in un periodo sostanzialmente diverso (e più tranquillo) della vita cittadina - ha sottolineato Sturlese - : bisognerà fare in modo di inserirvi un elemento che certifichi il fatto che la pandemia ha inficiato irrimediabilmente l'attività dell'amministrazione comunale. Non mi sembra così opportuno che nel DUP si facciano solo vaghi accenni al Covid-19, che non sia diventato così centrale".

simone giraudi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium