/ Solidarietà

Solidarietà | 12 novembre 2020, 20:58

Leo Club Cuneo: farmaci in dono agli assistiti di tre strutture sociali

Rinnovata la collaborazione con il Banco Farmaceutico. Le donazioni rivolte alla Casa Divina Provvidenza “Le Perle” di Dronero, al Centro Donne & Futuro di Pinerolo e al Sermig di Carmagnola

Leo Club Cuneo: farmaci in dono agli assistiti di tre strutture sociali

Farmaci in dono agli assistiti di tre strutture sociali. E’ il gesto che il Leo Club, e in particolare l’Area 1 del Distretto Leo 108 Ia3, associazione giovanile del Lions Club International, ha realizzato nei giorni scorsi in collaborazione con il Banco Farmaceutico di Cuneo e Torino. I farmaci sono stati donati alla Casa Divina Provvidenza “Le Perle” di Dronero, al Centro Donne & Futuro di Pinerolo e al Sermig di Carmagnola.

Alla consegna di Dronero, avvenuta il 24 ottobre, hanno partecipato Alessandro Durbano e Matteo Ghio del Leo Club Busca Cuneo e Valli e Matteo Dalmazzo del Leo Club Fossano provincia Granda nonché coordinatore dell’area 1 per il Tema operativo distrettuale (Tod) dell’anno sociale 2020/2021, oltre al responsabile locale del Banco Farmaceutico Cristiano Angiola e alla dirigente dell’istituto “Le Perle” suor Lucia e la volontaria Ada Bono (foto).

Il Leo Club è tra le associazioni di servizio più grandi al mondo. I Club raggruppano ragazzi tra i 12 e i 30 anni che dedicano il proprio tempo libero ad attività di servizio per la comunità. L’Italia viene identificata, a livello organizzativo, con il nome di Multidistretto 108 Italy, diviso poi in vari distretti. Il Distretto Leo 108 Ia3 è suddiviso ulteriormente in quattro aree. In particolare l’Area 1 comprende da quest’anno i seguenti Leo Club: Busca Cuneo e Valli, Carmagnola, Del Pinerolese, Fossano Provincia Granda, Mondovì-Monregalese, Saluzzo-Savigliano.

Alessandro Durbano, 25 anni, medico, fa parte del Leo club Busca Cuneo e Valli. Lo scorso anno sociale è stato coordinatore dell’area 1 per il Tod dell’anno sociale 2019-2020, che ha avuto come finalità la raccolta per il Banco Farmaceutico, mentre quest’anno si è occupato del progetto Leo nazionale (Tema operativo nazionale Ton). Il presidente del Club è Matteo Ghio, 25 anni, studente di medicina a Torino Molinette, che già da due anni mantiene i contatti con il Banco Farmaceutico ed è stato il primo ad iniziare la collaborazione nel 2018 in qualità di coordinatore dell’area 1 per il Tod 2018-2019.

“La collaborazione con il Banco Farmaceutico – spiega Durbano - è proseguita anche quest’anno, essendo un ente ritenuto dai club dell’area meritevole di aiuto e soprattutto in grado di portare sostegno immediato e concreto alla comunità. A causa del Covid le attività tra febbraio e giugno sono state cancellate quasi interamente e le forze dirottate per l’acquisto di dpi per l’emergenza. Il ricavato di 1.500 euro è stato raggiunto tramite l’acquisto di gadget (borraccia, felpa e posacenere portatili loggati) da parte dei club che poi li hanno utilizzati in altre manifestazioni/eventi o service”.  Di norma, i Leo Club non fanno mai service donando somme di denaro, ma si dedicano ad azioni concrete in cui impiegano i loro forzi. “Ricavata la somma di denaro – conclude Durbano - abbiamo acquistato noi stessi i farmaci da distribuire agli enti del territorio che sono stati individuati dai volontari del Banco Farmaceutico e, in particolare, dai rispettivi responsabili locali. L’acquisto dei farmaci è avvenuta presso la farmacia Del Sacro Cuore a Cuneo che ci ha fornito un numero di farmaci maggiore per un valore di oltre 1.500 euro”.

 

 

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium