/ Saluzzese

Saluzzese | 18 novembre 2020, 18:05

L'Emporio della Caritas Saluzzo per i più bisognosi compie 4 anni

Nel periodo della pandemia è uno dei servizi fondamentali per offrire aiuto ai meno fortunati. Per i volontari è una ricorrenza di gioia e soddisfazione. E’ possibile dare sostegno all’Emporio Caritas

Foto Pietro Battisti

Foto Pietro Battisti

Venerdì 13 novembre di quattro anni fa apriva l’Emporio della Solidarietà della Caritas di Saluzzo.

Lo inaugurava in vero e proprio bagno di folla, in piazza Vineis, raggiunta a piedi con la banda cittadina in testa, l’allora vescovo della Diocesi saluzzese Giuseppe Guerrini a chiusura dell’anno giubilare : "Non si chiudono porte ma si esce dalla Cattedrale con nuove aperture verso la realtà sociale: l’inaugurazione dell’emporio della solidarietà Caritas  diventa un  segno del nostro impegno ad agire con Misericordia”.  Aveva sottolineato.  

La realtà continua ad essere un traguardo importante, specie in questo anno di pandemia in cui l’Emporio ha rappresentato uno dei servizi fondamentali per offrire aiuto a quasi 600 persone che sono state aiutate con borse viveri nei momenti di picco del contagio tra marzo e aprile. In questa prima metà di novembre si aggirano tra i 70 e i 90 le persone che passano all’Emporio nei due giorni di apertura, il lunedì pomeriggio e il venerdì mattina.

Da marzo le consegne avvengono anche a domicilio, specie per anziani e persone in isolamento fiduciario grazie ai cosiddetti “Corrieri della Carità”, volontari storici e giovani che si sono resi disponibili.

Dal 2016 l’Emporio ha visto cambiare la modalità di distribuzione di alimenti e beni di prima necessità alle persone che prima passano dal Centro di Ascolto in via Maghelona.

Escluso il periodo più critico durante il lockdown di inizio anno, l’Emporio non distribuisce più le borse alimentari preconfezionate, ma permette alle persone aiutate di scegliere direttamente i prodotti di cui hanno necessità, come se fossero in un piccolo market.

Questo cambiamento ha permesso di rendere più funzionale la consegna e offrire un ambiente ancora più riservato a chi è in difficoltà economica e chiede un aiuto per la spesa. “Quest'anno, a causa della pandemia  non abbiamo potuto organizzare la nostra consueta festa – spiega Spirito Gallo, referente del servizio Caritas - Nonostante ciò, per tutti noi volontari dell’Emporio questo anniversario resta comunque un momento di grande gioia e soddisfazione soprattutto per l’attività portata avanti. Speriamo di poter tornare a operare al più presto nella normalità e di poter proseguire questa opera di solidarietà così importante verso i meno fortunati”.


Per chi volesse sostenere l’attività dell’Emporio è possibile effettuare donazioni - attraverso un bonifico all’Associazione AVASS (causale: Emporio / IBAN IT73F053874677000003<wbr style="color: rgb(34, 34, 34); font-family: arial, sans-serif; font-size: 14.6667px; "></wbr>8005274.   - oppure portando alimenti e beni di prima necessità (sapone, carta igienica, shampoo...) direttamente nella sede in piazza Vineis il lunedì dalle 15 alle 18 e il venerdì dalle 9 alle 12 Per chi volesse aiutare facendo volontariato, può contattare la sede dell’Emporio al numero 0175 46719 o il referente Spirito Gallo al cellulare 329 9086123.

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium