/ Economia

Economia | 21 novembre 2020, 16:00

Cuffie a conduzione ossea: cosa sono e come funzionano?

L’evoluzione tecnologica esiste anche nel campo dell’ascolto musicale. In questo articolo scopriamo cosa sono e come funzionano i modelli a conduzione ossea.

Cuffie a conduzione ossea: cosa sono e come funzionano?

Soprattutto negli ultimi anni, le grandi aziende del mondo high-tech come Google, Apple, Samsung e così via hanno iniziato a realizzare soluzioni molto performanti. Stiamo parlando di cuffie Bluetooth all’avanguardia, capaci di funzionare anche senza fili e che ormai sono entrate nelle tasche e nelle orecchie di tutti. Questo però è stato solo il primo passo verso l’evoluzione tecnologica che ha investito tutti i grandi brand. Non è un caso che marchi come Beats abbiano voluto impiegare enormi risorse per riuscire a cavalcare i trend di mercato, garantendo ottime proposte che soddisfano le esigenze di tutti.

Insomma, il mondo della tecnologia ha subito un cambiamento epocale nel giro di pochi anni, e lo si può notare anche solo osservando la miriade di prodotti e di offerte presenti su Internet (che potete visionare anche su https://nafura.it/).

Fino a poco tempo fa era impensabile poter ascoltare la musica o effettuare le chiamate senza l’intralcio dei fili, infatti siamo stati abituati alle classiche cuffie in-ear, on-ear oppure over-ear, certamente utili per rilassarsi e divertirsi. Molti le utilizzano anche a lavoro, facendo conferenze su Skype o comunque per tenersi sempre aggiornati sull’ultimo podcast pubblicato su Spotify. In tutto questo panorama che sembra già così tecnologico, fanno la comparsa da pochi anni una nuova frontiera: le cuffie a conduzione ossea.

Cosa sono?

Per spiegare in modo approfondito cosa sono le cuffie a conduzione ossea, bisogna comprendere un aspetto fondamentale: il sistema uditivo dell’essere umano non è formato solamente dal timpano. Infatti, un ruolo molto importanto lo hanno anche le ossa del teschio, in particolare quelle della mandibola e della mascella, che offrono un buon canale per propagare il suono.

Del resto, pensandoci un attimo, l’uomo riesce ad ascoltare la propria voce proprio grazie allo scheletro che compone il nostro viso, come in una cassa di risonanza. Anche per questo motivo tendiamo a spalancare gli occhi quando ascoltiamo i nostri messaggi vocali su WhatsApp. La nostra voce appare diversa proprio in virtù di queste ossa che modificano la nostra percezione, e che fino a poco tempo fa non erano state mai prese in considerazione.

Oggi non è più un sogno futuristico poter guardare il nostro film preferito in autobus senza indossare cuffie nelle orecchie: esistono quelle a conduzione ossea. Tuttavia, già Beethoven aveva intuito questa potenzialità, infatti si racconta di come avesse legato un’asta che stringeva tra i denti direttamente alle corde del pianoforte, così da vincere la propria ipoacusia e ascoltare il suono prodotto dallo strumento.

Infatti, oggi, questo tipo di cuffie sono state progettate anche per chi è sordo o soffre di malattie all’apparato uditivo.

Come funzionano?

Come avete sicuramente già intuito, il funzionamento delle cuffie a conduzione ossea è decisamente differente da quelle classiche impiegate nella vita di tutti i giorni. Vanno infatti posizionate in un punto specifico che non si trova né dentro e né fuori l’orecchio: è il punto di congiunzione tra la mascella e la mandibola. Da questo punto, il brano del vostro cantante preferito o le parole del protagonista del film che state guardando sullo smartphone arriveranno direttamente al canale uditivo medio, senza passare dal timpano.

In questo modo il suono raggiunge la chiocciola, propagandosi in modo uniforme e permettendovi di percepire le vibrazioni facilmente. Del resto i suoni non sono altro che questo, ecco perché le cuffie a conduzione ossea sono dispositivi promettenti e convenienti.

Dal punto di vista della praticità non si discostano dalle soluzioni classiche, nonostante alcuni modelli potrebbero risultare difficili da utilizzare per la posizione dei tasti che è un po’ scomoda. Certo è che una volta indossate riuscirete a percepire in modo più nitido i bassi e le varie frequenze del suono, permettendovi anche di avere un’esperienza di ascolto più coinvolgente.

Quanto costano?

Ormai sono passati diversi anni dall’entrata in scena sul mercato mondiale delle cuffie a conduzione ossea. Per questa ragione il prezzo complessivo e la valutazione commerciale sono calati, anche perché molte aziende hanno deciso di entrare attivamente nella partita.

In ogni caso, questi dispositivi si possono trovare facilmente sia online sia offline, e non costano nemmeno tanto. Il loro prezzo si aggira intorno ai 30/40 €, ma può aumentare considerevolmente se invece scegliete modelli di fascia alta come quelli offerti da Bose.

Richy Garino

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium